calcio

Depay, strappo con il Barcellona: non si presenta all’allenamento, Atletico Madrid dietro l’angolo

 L'olandese, il cui futuro è incerto ma che al di là dei Pirenei prevedono molto vicino all'Atletico Madrid, aveva un colloquio in sospeso con l'allenatore come ammesso dallo stesso Xavi in conferenza stampa.

Redazione Il Posticipo

Barcellona, scoppia il caso Memphis Depay. L'attaccante olandese, come riportato dal Mundo Deportivo non si è allenato con il resto dei suoi compagni di squadra nell'ultima seduta prima della partita degli ottavi di Copa del Rey contro il Ceuta.

FUTURO

—  

L'olandese, il cui futuro è incerto ma che al di là dei Pirenei prevedono molto vicino all'Atletico Madrid, aveva un colloquio in sospeso con l'allenatore come ammesso dallo stesso Xavi in conferenza stampa, ma non si è presentato alla Ciutat Esportiva Joan Gamper. Fonti vicine al club assicurano che lo strappo sia un tentativo di accorciare i tempi per il trasferimento all'Atletico Madrid. E il primo passo lo ha fatto non presentandosi alla seduta pre-gara di Coppa contro il Ceuta.

ROTTURA

—  

Il club e Depay non hanno mai vissuto serenamente gli ultimi mesi. L'olandese ha rifiutato ogni trasferimento "costringendo" il Barcellona a provarsi di Aubameyang. Nonostante la permanenza in Catalogna, per lui è cambiato poco. Finito ai margini del progetto tecnico, ha scelto la strada peggiore per chiudere una storia iniziata male.  Lo strappo è evidentemente propedeutico a una cessione che farà comunque tutti contenti. Il calciatore, che potrà giocare con maggiore continuità e rendersi maggiormente appetibile in vista di giugno quando sarà svincolato e potrà accasarsi da free agent. Il Barcellona, che si libera di un caso spinoso e, di questi tempi non guasta, abbatte parte del monte ingaggi. E anche a Simeone non dispiacerà avere un attaccante che comunque ha dimostrato di saper vedere la porta.

Depay, strappo con il Barcellona: non si presenta all’allenamento, Atletico Madrid dietro l’angolo- immagine 1

XAVI

—  

Anche Xavi ha espresso la sua posizione in conferenza stampa, cercando di contenere il caso. Anche se alla luce dei fatti le sue parole sono apparse perlomeno contraddittorie. "Sono contento di Memphis, è un buon giocatore e in linea di principio ci si può contare. Devo parlarci, capire se vuole andarsene o no. Non è una situazione facile per lui.Ne parlerò con lui". Purché si presenti...