Dembélé e l’espulsione misteriosa, rosso per insulti all’arbitro ma Valverde è incredulo: “Ma se non parla neanche spagnolo…”

Dembélé e l’espulsione misteriosa, rosso per insulti all’arbitro ma Valverde è incredulo: “Ma se non parla neanche spagnolo…”

Il solito Dembélé. Al Barcellona si staranno anche abituando, anche se il francese fa davvero di tutto per stupire ogni volta. Nel match con il Siviglia il campione del mondo segna e poi si becca un rosso diretto che gli potrebbe far saltare il Clasico. Ma il tecnico stavolta…lo difende.

di Redazione Il Posticipo

Il solito Dembélé. Al Barcellona si staranno anche abituando, anche se il francese fa davvero di tutto per stupire ogni volta. Le polemiche lo accompagnano, in campo e fuori, e non riescono a dissiparsi neanche nella sera in cui il Barça di Liga convince di più dall’inizio del campionato. La squadra di Valverde asfalta il Siviglia di Lopetegui con un 4-0 che non lascia spazio a repliche. E il campione del mondo entra nel tabellino, facendo compagnia a Luis Suarez, Messi e Vidal. E allora, dove sta il problema? Nel rosso nel finale di partita, che potrebbe costare a Dembélé una squalifica che gli farà saltare il Clasico.

PESSIMO – Il super match contro il Real Madrid è previsto tra due giornate (e Piquè si è fatto ammonire per scontare la diffida nella partita con l’Eibar), ma come riporta AS il transalpino rischia di non esserci. Colpa di una conversazione con l’arbitro Mateu Lahoz dopo l’espulsione di Ronald Araujo, il difensore uruguaiano del Barça entrato in campo per sostituire Todibo. Nel vedere il compagno di squadra mandato fuori dal campo, Dembélé si sarebbe rivolto al fischietto con un “sei pessimo” che è valso anche a lui un giretto anticipato sotto la doccia. Il tutto sotto gli sguardi di Piquè, Busquets e De Jong, tutti abbastanza perplessi dell’accaduto.

MISTERO – Ma nessuno è rimasto interdetto dall’espulsione di Dembélé quanto Valverde. Che in conferenza stampa ha spiegato che trova il cartellino rosso “incredibile”. Anche perchè il tecnico non crede che il suo calciatore sia capace di utilizzare un’espressione simile. Nel vero senso del termine, tra l’altro. “L’espulsione di Dembélé è un mistero”, chiosa l’allenatore blaugrana. “Non so cosa possa aver detto all’arbitro, ma non credo che gli abbia detto una cosa del genere. È difficile sentirlo parlare in spagnolo…”. Quindi, o l’attaccante ha fatto insperati progressi nella conoscenza della lingua, oppure c’è qualcosa che non quadra secondo Valverde. Che però non considera una cosa: così complicato credere che le prime parole in castigliano del ragazzaccio…possano essere insulti?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy