Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Deeney: “Kane riuscirà ad andarsene e i compagni del Tottenham… lo dimenticheranno”

Deeney: “Kane riuscirà ad andarsene e i compagni del Tottenham… lo dimenticheranno”

Il 9 degli Hornet, Troy Deeney, scrive della vicenda Kane

Redazione Il Posticipo

In Premier c'è chi ama sia giocare che parlare di calcio piace. È il caso di Troy Deeney, attaccante del Watford che interviene costantemente in radio, televisione e scrive anche su alcune testate. Il 9 dei calabroni ha preso di petto la vicenda Kane.  E non lascia spazio alle interpretazioni.

PUNTO E A CAPO - Il Sun pubblica un interessante articolo di Troy Deeney che parla della situazione di Harry Kane al Tottenham e della tendenza della Premier al ritorno al numero 9 " Nel calcio tutti tutelano il proprio interesse. Harry, alla fine, otterrà la cessione e i giocatori del Tottenham lo dimenticheranno e andranno avanti. E anche i tifosi Spurs si scorderanno di lui perché resteranno concentrati sulla squadra che avrà comunque un sostituto. Il segnale è chiaro, Son è per adesso il principale terminale offensivo. Lo scorso anno giocava sulla sinistra per lasciare spazio a Kane".

 ZAGREB, CROATIA - MARCH 18: Harry Kane of Tottenham Hotspur looks dejected following defeat in the UEFA Europa League Round of 16 Second Leg match between Dinamo Zagreb and Tottenham Hotspur at Stadion Maksimir on March 18, 2021 in Zagreb, Croatia. Sporting stadiums around Europe remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Jurij Kodrun/Getty Images)

EGOISTI - Il calciatore del Watford parte da un presupposto legato alla "sopravvivenza". Nello sport ognuno pensa al proprio interesse. "Kane vuole andarsene. Il Tottenham vuole molti soldi. Son si è garantito il ruolo di attore protagonista. La mentalità della maggior parte degli sportivi si lega alla sopravvivenza. Il Tottenham vuole avere la migliore squadra possibile per questa stagione perché vuole vincere le partite. Che sia Kane che vuole andarsene, o Levy che vuole tenerlo e non accettare un'offerta, o Son che vuole essere l'uomo principale, cambia poco. Il comune denominatore è l'egoismo. Occorre esserlo, per arrivare  a certi livelli e restarci. È così nel calcio come nella vita. Si tratta di lavoro. E ognuno vuole il massimo. Alla squadra del Tottenham non importa molto quanto sta accadendo,  ma ovviamente è stato, e sarà, pubblicizzato e trasformato in un dramma quando è solo un altro affare e un'altra transazione che sta accadendo nel club". Insomma, come si dice: tutti sono utili e nessuno è indispensabile. E, soprattutto, tutti sono chiamati ad attuare un po' di sano egoismo. E se lo spiega un ragazzo che in quel ruolo e in quel campionato ci gioca... forse, è il caso di dargli retta.