Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

De Zerbi: “Mac Allister? Meglio per lui e per noi che resti qui. Cambiare gli creerebbe problemi”

De Zerbi: “Mac Allister? Meglio per lui e per noi che resti qui. Cambiare gli creerebbe problemi” - immagine 1
Il 2022 di De Zerbi è stato positivo ma il tecnico non si pone limiti particolari per il 2023 all'insegna del work in progress. E vuole tenersi stretto Mac Allister.

Redazione Il Posticipo

De Zerbi chiude le porte all’addio di Mac Allister. Il tecnico del Brighton, in conferenza stampa, ritiene che la soluzione migliore per l’argentino sia quella di restare nell’attuale squadra almeno sino a giugno. Le sue dichiarazioni sono riprese dal sito ufficiale del club.

RESTA QUI

—  

Inevitabile partire dal ritorno in squadra di Mac Allister. L’argentino torna da Campione del Mondo e pezzo pregiato di mercato ma non ha fretta di lasciare il club. De Zerbi sottoscrive. “MacAllister è tornato, ci ho parlato e gli ho spiegato bene cosa voglio. Siamo felici per lui e per noi. È un calciatore importante, è sempre meglio averlo in campo. Da un punto di vista mentale è sicuramente ok, fisicamente lo valuteremo. Credo che sia meglio sia per lui che per noi restare qui con il Brighotn. Ritengo che cambiare in corsa creerebbe più problemi che benefici”.

EVERTON

—  

De Zerbi è atteso dalla sfida contro l’Everton. E dovrà misurarsi con l’effetto Goodison Park dopo aver assorbito il ko contro l’Arsenal. “Siamo dispiaciuti per come sia finito il match, non tanto per aver perso la partita perché ci può anche stare, ma per come è maturato il risultato. È comunque importante per la nostra crescita e l’autostima aver giocato alla pari contro una grande squadra come l’Arsenal. Adesso ci aspetta una sfida alquanto complicata, in un ambiente molto particolare, dovremo farci trovare pronti. Sono molto fiducioso”.

De Zerbi: “Mac Allister? Meglio per lui e per noi che resti qui. Cambiare gli creerebbe problemi” - immagine 1

2023

—  

Il 2022 di De Zerbi è stato positivo ma il tecnico non si pone limiti particolari per il 2023 all'insegna del work in progress.  “La classifica è buona, ma in questo momento è ancora presto per parlare di obiettivi. Siamo ancora in fase di crescita, sia in termini qualitativi a livello di singoli che di gioco. In questa squadra vi sono molti giovani con ampi margini di miglioramento e stiamo aspettando per capire sino a dove possano arrivare. Possiamo sempre migliorare e voglio che la squadra possa trovare la fiducia e la tranquillità necessaria crescendo di partita in partita”.