Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

De Zerbi: “Caduti dopo nove partite. Capita, non perdiamo entusiasmo e consapevolezza”

Prima sconfitta stagionale ma nessun dramma.

Redazione Il Posticipo

Il Sassuolo incassa una sconfitta contro l'Inter, la prima del campionato. Un KO che lascia poco spazio alle recriminazioni per come è maturato in campo. De Zerbi analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

APPROCCIO - L'approccio alla gara dell'Inter è stato feroce. Il Sassuolo ha prodotto molto meno calcio rispetto a quanto aveva abituato. "Siamo caduti dopo nove partite, abbiamo preso i primi due gol in modo brutto. Troppo molli, pochi concentrati. E se vai sotto dopo 13' contro l'Inter, che stava anche benissimo, diviene tutto più difficile. La sconfitta non ci deve far perdere entusiasmo e consapevolezza. Alzando l'asticella, capita anche di perdere. Dobbiamo solo capire cosa non sia stato fatto in modo corretto e ripartire senza fasciarsi la testa. Abbiamo vinto partite senza brillare, capita anche di perdere".

PROSPETTIVE - De Zerbi aveva parlato di serietà. Ci sono effettivamente squadre che appaiono più attrezzate. Ciò comunque non significa precludersi traguardi importanti. "Se fissiamo un obiettivo è sbagliato. Non possiamo dire a priori che arriveremo quarti, quinti o sesti. Dobbiamo superare una delle prime sette e se ci riusciamo significa che una ha dovuto bucare la stagione. Adesso però non dobbiamo preoccuparci. Per diventare grandi o cercare di diventare grandi capita di perdere. Oggi abbiamo sbagliato anche qualcosina anche a livello individuale e se vai sotto in queste partite diviene tutto molto molto difficile. Di queste giornate qua me ne sono capitate parecchie. Serve coraggio e intraprendenza ma anche stare bene".