De Rossi diventa El Tano e conquista il mondo Boca: potrebbe restare fino al 2021

De Rossi diventa El Tano e conquista il mondo Boca: potrebbe restare fino al 2021

Il contratto firmato da De Rossi presenta più di qualche modifica a quelli che sembravano dover essere gli accordi iniziali. Intanto, niente clausole di uscita. E poi la possibilità di un rinnovo. Pare quindi evidente che il centrocampista possa voler rimanere in Argentina…per un bel po’!

di Redazione Il Posticipo

Già lo chiamano “El Tano”, che nello spagnolo che si parla in Sudamerica significa “l’italiano”. Una parola che deriva da…”napolitano” e che suona parecchio simile a “capitano”. E Daniele De Rossi e famiglia si sono già immersi nel mondo Boca, al punto che Sarah Felberbaum ha cooptato il soprannome nelle foto su Instagram. Dopo il delirio azul y oro al momento dell’arrivo all’aeroporto e al centro sportivo del Boca, l’ex romanista è passato alle formalità burocratiche. Firma del contratto, che come riporta Infobae presenta più di qualche modifica a quelli che sembravano dover essere gli accordi iniziali.

RINNOVO – Intanto, niente clausole di uscita, neanche in caso di una eventuale chiamata della nazionale. Un segnale che De Rossi prende davvero sul serio questa sua avventura e che non c’è alcuna intenzione di scappare. Anzi, la testata argentina parla addirittura della possibilità di prolungamento di contratto. Contratto che, secondo Infobae, potrebbe arrivare a garantire a De Rossi, tra salario base, premi e accordi pubblicitari, circa un milione di euro a stagione. Il rinnovo potrebbe scattare tra un anno, a metà 2020, per un altro semestre e poi chissà… Quindi il centrocampista di Ostia potrebbe rimanere alla Bombonera addirittura fino al 2021, quando starà per compiere trentotto anni.

SCELTA DI VITA – Una scelta, quella di andare in Argentina per restarci almeno un po’, che è dimostrata anche dal fatto che De Rossi, ovviamente, si porterà dietro tutta la famiglia. Infobae riporta che la moglie dell’ex romanista ha già fatto qualche giro (rigorosamente in incognito) per la città e che quando arriveranno anche Noah e Olivia, i due figli della coppia, Los Tanos si trasferiranno nel barrio di Palermo, a poca distanza da Nuñez, dove i bambini andranno a scuola. Insomma, tutto perfettamente organizzato. E non sembra certo un trasferimento temporaneo, anzi. L’arrivo a Buenos Aires è una scelta di vita vera e propria da parte di De Rossi. E chissà che, dopo tanti argentini che sono arrivati in Italia per restare, il campione del mondo non restituisca il favore…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy