Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

De Roon: “Assurdo che nel 2022 si parli ancora di guerra. Noi gruppo straordinario”

1184877926

Atalanta con il vento in poppa, spinta da uno spogliatoio dove evidentemente c'è molta compattezza.

Redazione Il Posticipo

Marten De Roon, simbolo dell'Atalanta e autorità dello spogliatoio della dea parla della vittoria con la Sampdoria e si sofferma anche sulla non esultanza di Miranchuk, russo, molto legato all'ucraino Malinovskyi.

TUTTOFARE - Il centrocampista olandese ha parlato ai microfoni di DAZN al termine del match. "Ormai sono un tuttofare, mi manca solo giocare in attacco ma i quel ruolo arei davvero scarso. Mi fa sempre piacere scendere in campo. Di solito le squadre vengono a Bergamo a chiudersi e facciamo fatica a trovare l'ultimo passaggio a volte siamo stati poco lucidi, mancano gli attaccanti ma nn sono in cerca di alibi, non siamo stati al massimo soprattutto a livello tecnico e tattico. Possiamo migliorare nei passaggi e negli inserimenti in area di rigore. Oggi siamo tornati a creare gioco e occasioni ed è tornata l'Atalanta di prima".

1184877926

AMICIZIA - settimana difficile per tutti, soprattutto per due grandi amici come Malinovskyi e Miranchuk "Sono stati giorni complicati per i ragazzi Proviamo a aiutare Malinovskyi , è un ragazzo un po' in difficoltà.  Durante gli allenamenti e anche dopo parla spesso con Miranchuk, la loro è una bella amicizia. Credo sia  inspiegabile che nel 2022 si parli ancora di guerra. Fra loro c'è solo amicizia e noi proviamo ad aiutarli. Malinovskyi ha reagito molto bene in Europa League purtroppo poi si è fatto male. Credo che il nostro spogliatoio rappresenti perfettamente cosa significa essere una squadra. A volte faccio fatica a spiegarmi in Italiano ma lo comprendo benissimo. E il post di Pessina è davvero bello. Mi ha davvero emozionato. In un periodo difficile per loro ha scritto qualcosa di davvero fantastico"