Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

De Roon: “A settembre e ottobre soffriamo sempre. Dobbiamo ripartire e trovare i gol…”

1184877926

Atalanta che concede troppo ai rossoneri e deve rassegnarsi a una sconfitta rifiutata comunque sino al termine.

Redazione Il Posticipo

Il Milan vince a Bergamo e fa capire quanto sia intenzionato a recitare da protagonista in questo campionato. Atalanta che concede troppo ai rossoneri e deve rassegnarsi a una sconfitta rifiutata comunque sino al termine. La Dea ha avuto la forza di restare in partita e riavvicinarsi ai rossoneri anche se gli sforzi sono stati vani. Fra i protagonisti del match De Roon che analizza la sfida ai microfoni di Dazn.

ERRORI - Un vero peccato. Senza quelle sbavature, secondo il centrocampista olandeseil punteggio sarebbe stato diverso. Il calcio, però, non è fatto si se e ma. Conta il finale. E quello arrembante dell'Atalanta non è bastato. "Abbiamo complicato tutto con la partenza. Se prendi gol dopo 30 secondi diventa un'altra partita. Per cercare di recuperare abbiamo attaccato ma anche concesso qualche spazio di troppo e con una squadra come il Milan, bravo a ripartire in campo aperto con giocatori tecnici e veloci, è diventata difficile e ci hanno fatto male in contropiede. Nel secondo tempo non siamo stati abbastanza concreti per arrivare prima al pareggio".

FUTURO - La sensazione è che la squadra sia comunque competitiva. E non molli mai la presa. La mentalità è da grande squadra, anche se la classifica non è... la solita. "Storicamente all'inizio questa squadra fa sempre fatica. Settembre e ottobre non sono mai stati mesi prolifici per noi che partiamo sempre piano. La seconda rete ha complicato totalmente la partita, perché siamo stati più vicini al pari che a prendere il secondo. Se non concretizzi, però, è normale faticare. Il Milan sta bene, ha qualità e uomini per segnare. Oggi sono stati più bravi, complimenti a loro. Siamo comunque consapevoli delle nostre forze. Adesso è importante trovare il gol. Questa sosta sarà importante per recuperare Ilicic, che magari ha ancora qualche chilo da smaltire ma sa ancora creare gioco e rendersi pericolosissimo. Anche Muriel non è ancora al massimo è tornato ad allenarsi da poco. Dobbiamo ripartire velocemente, perché non siamo affatto al massimo e questo campionato è molto duro e non ci aspetta".