Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

De Ligt, parla l’ex analista video dell’Ajax: “La Juventus la scelta migliore. In una finale di Champions Sarri dovrebbe metterlo in campo, altrimenti…”

Michel Santoni è il vice-allenatore dell'Ado Den Haag, ma anche L'ex analista video dell'Ajax. Come tale, conosce bene Matthijs De Ligt. L'arrivo dell'olandese al Barcellona sembrava cosa fatta, ma alla fine il centrale ha scelto il bianconero. E...

Redazione Il Posticipo

Michel Santoni è il vice-allenatore dell'Ado Den Haag, ma anche l'ex analista video dell'Ajax. Come tale, conosce bene Matthijs De Ligt. L'olandese è stato una delle stelle dei Lancieri che hanno sfiorato la finale di Champions nella scorsa stagione e ha rappresentato il vero colpo di mercato della Juventus, che lo ha strappato agli olandesi e anche...al Barcellona. L'arrivo di De Ligt al Camp Nou, assieme al suo grande amico De Jong, sembrava cosa fatta, ma alla fine il centrale ha scelto il bianconero. E secondo Santoni, che parla dello juventino ad AS, è stata la migliore decisione possibile per la sua carriera.

PARADISO - Certo, il Barça affascina, soprattutto in una nazione che grazie a Cruijff ha un rapporto molto particolare con il club catalano. Ma non per questo vestire il blaugrana avrebbe per forza rappresentato la migliore delle possibilità per De Ligt. Soprattutto visto quello che sta imparando nel campionato italiano."In Olanda continuano a considerare il Barcellona come se fosse il paradiso, ma per la carriera di De Ligt la Juventus è stata la scelta migliore. Nel Barcellona avrebbe continuato a difendere a uomo e non sarebbe migliorato. Avrebbe migliorato il Barça, ma non se stesso. Invece adesso sta imparando un modo nuovo di difendere e sta diventando un difensore totale".

TITOLARE - E dire che all'inizio su di lui c'era qualche perplessità. "Ora è titolare, ma la sua avventura è iniziata in maniera strana. L'opinione pubblica è stata condizionata da qualche fallo di mano, soprattutto in Olanda. Ma a volte dimentichiamo che si tratta di un ragazzo di appena vent'anni. Non si poteva sperare che fosse decisivo sin dal primo momento, ma in capo a sei mesi si è imposto, quindi chapeau. Sta togliendo il posto a giocatori come Bonucci o Chiellini". A proposito, Santoni è convinto che nel momento clou della stagione l'olandese dovrebbe essere l'intoccabile della difesa della Juventus. "In una ipotetica finale di Champions League, Sarri dovrebbe mettere in campo De Ligt e far sì che siano gli altri due a contendersi il posto accanto a lui. Se lo tenesse fuori, l'Italia intera gli si rivolterebbe contro. Sui giornali italiani ora non si leggono che elogi per lui. Dopo la ripresa, De Ligt è tornato molto più forte. Ma sapevamo già che era un calciatore di talento, aveva solo bisogno di un po' di allenamento". E ora se lo gode la Signora...