“De Ligt non è De Jong”: ecco le richieste dell’olandese che spaventano il Barcellona…

“De Ligt non è De Jong”: ecco le richieste dell’olandese che spaventano il Barcellona…

De Ligt e De Jong, un duo così unito che sembra quasi impossibile dividerli. Il centrocampista andrà certamente a Barcellona, ma il centrale che fine fa? La sua amicizia con l’ormai ex compagno di squadra sembrava doverlo spingere verso il Camp Nou, ma…

di Redazione Il Posticipo

De Ligt e De Jong, un duo così unito che sembra quasi impossibile dividerli. E invece, al momento, il futuro sembra riservare al difensore e al centrocampista due traiettorie diverse. O forse no? Quella di De Jong finisce certamente a Barcellona, dove il suo nuovo club lo aspetta dopo averlo pagato 75 milioni, che con i bonus diventeranno 85. E il centrale, che fine fa? La sua amicizia con l’ormai ex compagno di squadra sembrava doverlo spingere verso il Camp Nou, ma nonostante i blaugrana siano molto interessati a portarlo in Spagna, in Catalogna si sono accorti di una piccola questione: come titola AS, “De Ligt non è De Jong”.

POSTO FISSO – Ovvio, ma non troppo. Come riporta il quotidiano spagnolo, si parla di carattere e personalità. Rilassata e conciliatoria quella di De Jong, più orgogliosa quella di De Ligt. Il che sta rendendo complicata la vita al Barcellona, che come sostiene Esport 3 ha già un accordo con l’Ajax, ma non con il calciatore. De Ligt pone un paio di condizioni che mettono il club catalano in difficoltà. La prima è la titolarità. Ok, l’olandese è destinato a diventare l’erede di Piquè, ma intanto che lo spagnolo è ancora in campo forse non è così semplice sostituirlo. E considerando che in rosa ci sono anche Lenglet e Umtiti, con il primo che sembra ormai aver rubato il posto al campione del mondo, più la giovane stellina Todibo, garantire a De Ligt che giocherà quasi sempre diventa complicato.

SOLDI – E poi ci sono i soldi. Non è solo Raiola, chiosano dalla Spagna, a chiedere parecchio denaro. C’è anche la volontà dell’olandese di monetizzare il suo trasferimento con un ingaggio più alto. Una situazione non semplice, visto che il monte ingaggi del Barcellona è già altissimo e già la scorsa estate influiva per l’84% sugli ingressi del club, come riporta Marca. I rinnovi di Piquè e Umtiti e gli acquisti di Coutinho, Arthur, Vidal e Lenglet hanno ulteriormente innalzato il tetto e quindi garantire cifre iperboliche a De Ligt potrebbe non essere possibile. Almeno, non senza una rivoluzione. Il valore del centrale sarà abbastanza da convincere il Barça a esagerare? Chissà…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy