Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

De Bruyne: “Capisco Sterling, anche io ho bisogno di giocare. Pallone d’oro a Lewandowski”

(Photo by Matt McNulty - Manchester City/Man City via Getty Images)

Il belga a ruota libera in conferenza stampa.

Redazione Il Posticipo

De Bruyne assegna  il Pallone d'Oro a Lewandowski e solidarizza con Raheem Sterling. L'esterno del City, utilizzato da titolare solo in cinque occasioni da quando è iniziata la stagione ha rivelato la scorsa settimana di non essere soddisfatto della sua situazione al Manchester City e la sua disponibilità a lasciare il club, insoddisfatto del trattamento riservatogli da Guardiola. Il tecnico, per tutta risposta, gli ha mostrato la porta, nel caso lo desiderasse. Il belga, in conferenza stampa alla vigilia della sfida con il Bruges, cerca di calmierare la situazione, come riportato da skysports.

CONDIZIONE - Questione di condizione, come si evince dalla risposta alla domanda posta al centrocampista riguardo ai commenti di Sterling prima della sfida di Champions League contro il Club Brugge martedì sera "Ovviamente la rotazione è importante perché stiamo giocando  in quattro competizioni. A volte scegliere, come accettare le scelte è difficile. La rosa è composta da calciatori di altissimo livello quindi qualunque sia la decisione, chi la compie avrà ragione nella maggior parte dei casi. Anche perché ogni volta che la squadra gioca bene, non c'è molto da obiettare. Capisco la frustrazione perché sono un calciatore anche io. E alcuni di noi come anche me del resto, hanno bisogno di più ritmo per entrare in forma".

 MANCHESTER, ENGLAND - APRIL 06: Kevin De Bruyne of Manchester City battles for possession with Mahmoud Dahoud of Borussia Dortmund during the UEFA Champions League Quarter Final match between Manchester City and Borussia Dortmund at Etihad Stadium on April 06, 2021 in Manchester, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

PALLONE D'ORO - Spazio anche per parlare del Pallone d'Oro. De Bruyne non potrà vincerlo complice il doppio infortunio. Uno facciale, nella sfortunata finale di Champions e l'altro alla caviglia che ha condizionato anche il suo Europeo. "Non ricordo molto dopo lo scontro con Rudiger e neanche di come mi sia ritrovato in ospedale. Ricordo solo che alla mattina mi trovato in hotel con ancora indosso la maglia del City. Non è la cosa migliore che mi sia successa, ma capita. Se però dovessi esprimere la mia preferenza, credo sia giusto allargare l'orizzione sugli utimi due anni considerando che le ultime stagoni sono stgate praticamente attaccate. E allora sceglierei Robert Lewandowski per quello che ha fatto negli ultimi due anni in termini di gol con il Bayern Monaco".