Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

europei 2021

De Bruyne, campione…di timidezza: “Il primo messaggio a Michelle lo ha scritto un amico al posto mio!”

COPENHAGEN, DENMARK - JUNE 17: Kevin De Bruyne of Belgium celebrates with Thorgan Hazard after scoring their side's second goal during the UEFA Euro 2020 Championship Group B match between Denmark and Belgium at Parken Stadium on June 17, 2021 in Copenhagen, Denmark. (Photo by Stuart Franklin/Getty Images)

In campo sembra saper fare tutto. Eppure, fuori dal terreno di gioco, De Bruyne ha una debolezza: è molto timido. Così timido che stava per perdere l'occasione di conoscere quella che poi sarebbe diventata sua moglie. Ma per fortuna...

Redazione Il Posticipo

Quando il Belgio ha inserito Kevin de Bruyne nel secondo tempo del match contro la Danimarca, la partita è totalmente cambiata. Il centrocampista del Manchester City, reduce dall'infortunio al viso subito nella finale di Champions League, ha ridato alla squadra di Martinez quei ritmi e quelle geometrie che mancavano ai Diavoli Rossi. Del resto, si parla di uno dei migliori calciatori del mondo, uno che in campo sembra saper fare tutto. Eppure, fuori dal terreno di gioco, De Bruyne ha una debolezza: è molto timido. Così timido che stava per perdere l'occasione di conoscere quella che poi sarebbe diventata sua moglie. Il belga ha raccontato a The Players' Tribune che il primo messaggio alla sua Michelle lo ha mandato...un suo amico.

TWEET - "È una storia così imbarazzante che esito quasi a raccontarla, ma credo che sia giusto farlo. Ed è anche divertente. È cominciato tutto con un tweet, all'epoca avevo giusto qualche migliaio di follower perchè ero ancora in prestito al Werder Brema. Quindi ho scritto qualcosa su una partita o non ricordo su che altro e questa bella ragazza mette il mio tweet tra i suoi preferiti. Allora ero single e un mio amico ci ha fatto caso e mi ha detto: 'è una bella ragazza, dovresti mandarle un messaggio'.  Ma io gli ho risposto: 'No, no, no, io non piaccio alla gente, non mi capiscono. Non mi risponderà nemmeno'". De Bruyne però non aveva fatto i conti con il suo amico, che lo ha aiutato a superare le sue incertezze.

CAMBIARE VITA - "Ha preso il telefono e ha cominciato a scrivere un messaggio, mi ha mostrato il telefono e mi ha detto: 'allora, posso spingere su invia?'. E per fortuna ha mandato quel messaggio al posto mio e lei ha risposto. Ci siamo conosciuti pian piano in qualche mese. Per me è molto più facile relazionarmi con le persone quando le conosco, quindi dopo quel messaggio ero a posto. È stata una cosa davvero bellissima, mi ha cambiato la vita sotto tantissimi aspetti. Mi ha aiutato a crescere in modi che probabilmente non ho raccontato a nessuno. Onestamente, non so cosa farei senza di lei". Per fortuna del belga, non c'è bisogno di pensarci. E tutto grazie a un amico un po' invadente, ma che ci aveva visto davvero lungo.