Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

De Bruyne, campione… di timidezza: “Il primo messaggio a Michelle lo ha scritto un amico al posto mio!”

De Bruyne, campione… di timidezza: “Il primo messaggio a Michelle lo ha scritto un amico al posto mio!” - immagine 1

In campo sembra saper fare tutto. Eppure, fuori dal terreno di gioco, De Bruyne ha una debolezza: è molto timido. Così timido che stava per perdere l'occasione di conoscere quella che poi sarebbe diventata sua moglie. Ma per fortuna...

Redazione Il Posticipo

Kevin de Bruyne, uno dei migliori calciatori del mondo. Eppure, fuori dal terreno di gioco, ha una debolezza: è molto timido. Così tanto che stava per perdere l'occasione di conoscere quella che poi sarebbe diventata sua moglie. Il belga ha raccontato a The Players' Tribune che il primo messaggio alla sua Michelle lo ha mandato...un suo amico.

De Bruyne, campione… di timidezza: “Il primo messaggio a Michelle lo ha scritto un amico al posto mio!”- immagine 2

PARIS, FRANCE - APRIL 28: John Stones of Manchester City celebrates their side's first goal scored by Kevin De Bruyne of Manchester City (not pictured) as Keylor Navas of Paris Saint-Germain looks dejected during the UEFA Champions League Semi Final First Leg match between Paris Saint-Germain and Manchester City at Parc des Princes on April 28, 2021 in Paris, France. Sporting stadiums around France remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Alex Grimm/Getty Images)

CAMBIARE VITA - Invece nio. De Bruyne però non aveva fatto i conti con il suo amico, che lo ha aiutato a superare le sue incertezze. "Mi ha preso il telefono, ha cominciato a scrivere un messaggio, quindi lo ha inviato. E lei ha risposto. È stata una cosa davvero bellissima, mi ha cambiato la vita sotto tantissimi aspetti. Mi ha aiutato a crescere in modi che probabilmente non ho raccontato a nessuno. Onestamente, non so cosa farei senza di lei". Per fortuna del belga, non c'è bisogno di pensarci. E tutto grazie a un amico un po' invadente, ma che ci aveva visto davvero lungo.