De Boer già a rischio: “Mi sarebbe piaciuto vincere ma non concretizziamo”

L’ex tecnico dell’Inter già in discussione dopo due partite e zero gol.

di Redazione Il Posticipo

C’era una volta la nazionale olandese che sembrava risorta dalle proprie ceneri. Sono bastati 180′ con Frank De Boer per riportare gli orange… sotto il livello del mare.  L‘era dell’ex tecnico nerazzurro non è iniziata nel modo migliore. Dopo la mediocre prestazione e la sconfitta contro il Messico (1-0) è arrivato il pareggio contro la Bosnia. Quanto basta per mettere immediatamente in discussione il tecnico. Anche le parole di Van Dijk a fine partita lasciano poco spazio alle interpretazioni. “Non possiao giocare così dovevamo fare di meglio”. Quanto basta per scatenare le critiche. Si parla di nazionale senza gioco, idee e anime. Insomma, un processo sommario. L’imputato prova a difendersi…

SPIACE – Come riportato da Nos, il tecnico olandese ha espresso il proprio rammarico. “Mi sarebbe piaciuto partire con una vittoria. Forse pensavamo tutti di poter avere facilmente la meglio sulla Bosnia, ma qualcuno dimentica che questa nazionale ha imposto il pareggio all’Italia. Non è una squadra che si può affrontare con la presunzione di poter vincere. Per riuscirci, si deve essere al top della forma. E poi se si creano cinque occasioni da gol occorre metterne a segno almeno una. Altrimenti diviene impossibile vincere”.

NARCISI – Olanda caduta nel tranello di guardarsi allo specchio: “Non posso dire che il ritmo e l’intensità del gioco fosse bassa. Credo sia terribilmente difficile giocare contro una squadra che si chiude a riccio. Certamente, quando abbiamo perso il pallone, spesso non eravamo nella posizione giusta per riconquistarla, ma dobbiamo prenderci le nostre responsabilità. Dovevamo concretizzare le palle gol davanti al portiere. Segnare è la prima regola del calcio e noi l’abbiamo dimenticata”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy