David Luiz e una inspiegabile fiducia: l’Arsenal è indietro di nove punti ma…”può lottare per il titolo”

David Luiz e una inspiegabile fiducia: l’Arsenal è indietro di nove punti ma…”può lottare per il titolo”

L’Arsenal vuole mettere fine alla solita corsa a due della Premier League e David Luiz è fiducioso: si può lottare per il titolo. Peccato che i Gunners, dopo sole otto giornate, già vedano la capolista…con il binocolo!

di Redazione Il Posticipo

Se c’è una cosa su cui la maggior parte degli appassionati di calcio concorda è che la Premier League è uno dei campionati più avvincenti da seguire. Le squadre sono ottime, il calcio è dinamico, spumeggiante e non si può mai dare nulla per scontato. Tuttavia, da un paio di anni, l’epilogo non sarà scontato ma abbastanza prevedibile: Manchester City e Liverpool saranno protagoniste dalla corsa a due finale. All’Arsenal, però, questa cosa non va più a genio grazie a David Luiz, convinto di poter lottare per il titolo.

SPERANZE – Chissà cosa staranno pensando i tifosi dell’Arsenal. Vero, i Gunners sono ben forniti per fare un gran bel campionato ma la classifica attuale (al netto delle parole del riccioluto difensore) non regala troppe speranze. Il Liverpool sembra già scappato via e ha 9 punti di vantaggio sull’Arsenal e 8 sul Manchester City. A NBC Sport, Luiz ha però dichiarato: “Se cominci qualcosa, se hai appena cominciato la Premier League o un’altra competizione, se non pensi di poterla vincere non concluderai nulla nella vita. Voglio vincere titoli con l’Arsenal”. Dunque, mai darsi per vinti.

IL PASSATO – “Voglio migliorare e adattarmi allo stile dell’Arsenal e a come l’allenatore vuole farci giocare. E credo che insieme possiamo farcela”. Insomma, non sorprende che David Luiz, prototipo dell’uomo-squadra dica una frase del genere. Tuttavia, non sarebbe nemmeno troppo sorprendente se il brasiliano avesse ragione. Perché 34 anni fa, il Manchester United vantava lo stesso distacco dopo sole otto giornate. Alla fine, però, il Liverpool alzava il trofeo di fronte a un pubblico in delirio. Insomma, la storia dà ancora più valore alle speranze e alla fiducia di David Luiz, ma ora sarebbe meglio non esporsi troppo per evitare di essere smentiti dal “monotono” epilogo. E dalle prese in giro che ovviamente arriverebbero.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy