D’Aversa: “Siamo rammaricati, eravamo in vantaggio. Sul gol di Lukaku fallo su Karamoh””

D’Aversa: “Siamo rammaricati, eravamo in vantaggio. Sul gol di Lukaku fallo su Karamoh””

Il Parma ferma l’Inter e riesce a fare malissimo in contropiede. La scelta dei due velocisti ha pagato e offre una soluzione in più al tecnico emiliano.

di Redazione Il Posticipo

Bell’amico. D’Aversa blocca Conte sul pari e nega il sorpasso ai nerazzurri. Il Parma ferma l’Inter e riesce a farle malissimo. In classifica e con il più classico dei contropiede. La scelta dei due velocisti ha pagato e offre una soluzione in più al tecnico emiliano. La sensazione è che la squadra emiliana sappia comunque sempre quello che debba fare. E ha gli stessi punto dell’anno scorso. Anche se con un peso diverso, la squadra sembra cresciuta enormemente.

VELOCISTI – La scelta dei velocisti ha pagato contro una difesa, come quella nerazzurra, che ha spesso sofferto le ripartenze emiliane. Una ottima lettura del match che pagato con gli interessi. Un punto più che meritato. Il tecnico analizza così la partita della sua squadra su Sky Sport. “Lo scorso anno abbiamo vinto ma sotto l’aspetto del gioco l’Inter era stata nettamente superiore. In generale questa squadra sta crescendo di anno in anno. Di certo è aumentata la qualità. Questa volta abbiamo sfruttato le nostre caratteristiche e per i primi 25′ abbiamo anche giocato meglio. Sino al gol dell’Inter abbiamo concesso poco e le occasioni migliori sono nostre. Siamo comunque rammaricati. Siamo passati in vantaggio, ma abbiamo affrontato una squadra molto forte. Sotto l’aspetto della prestazione sono molo soddisfatto, anche dal punto di vista dello spirito di sacrificio”.

CONTROPIEDE  – L’Inter ha subito molto, ma anche l’azione di Karamoh è di rara bellezza. Il più classico dei gol dell’ex che ha fatto malissimo alla sua ex squadra. Il ragazzo ha margini di miglioramento enormi e con questo modo di giocare può essere una risorsa. “Karamoh oggi ha giocato una grandissima partita e si è anche allenato bene. Io devo pensare alla squadra. Questi ragazzi interpretano un gioco un po’ diverso, ma non è solo contropiede. Certo sfruttiamo le caratteristiche dei nostri giocatori giocando in verticale. Sul fuorigioco credo che dobbiamo fidarci, con la tecnologia non è previsto l’errore. Quindi non si deve discutere. Non è mio costume commentare i fischi arbitrali nel post gara. Kulusevski è un giocatore formidabile anche da un punto di vista caratteriale. Difficile vedere un ragazzo che gioca con questa personalità e tanto equilibrio nonostante ne parlino tutti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy