Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

D’Aversa avvisa il Parma: “Salvezza non ancora raggiunta. E io non ho voglia di ripetere il finale di campionato dello scorso anno”

Il Parma gioca una buona partita ma esce sconfitto da San Siro. E sono cinque nelle ultime sei partite

Redazione Il Posticipo

Il Parma gioca una buona partita ma esce sconfitto da San Siro. E sono cinque nelle ultime sei partite. Non benissimo. D'Aversa analizza il momento degli emiliani ai microfoni di Sky Sport.

RIMPIANTO - Il 3-1, secondo il tecnico, penalizza troppo il Parma. "Sembra che abbia fatto tutto il Milan ma il Parma ha giocato una partita più che dignitosa. Il rammarico è che usciamo ancora una volta senza il risultato. Dovevamo approfittare delle occasioni che abbiamo creato. Bene dunque nella mole di gioco male nella determinazione sotto porta e nel concedere troppi gol. Prima del lockdown eravamo la quinta miglior difesa del campionato. Adesso prendiamo sempre gol. Evidentemente qualcosa è successo".

APPAGAMENTO  - Il rischio è l'appagamento. "Abbiamo fatto 40 punti perché abbiamo messo alcune caratteristiche in campo. Siamo qui a recriminare per un 31 dopo aver sfiorato il 2-2 con Gervinho e una trasferta. Qualcosa va comunque migliorato sulla voglia di portare a casa il risultato. A volte facciamo fatica nella gestione della partita. Un po' tutti adesso ci dobbiamo meritare a riconferma".

OBIETTIVO - A metà del guado è difficile porsi obiettivi. "Noi dobbiamo guardare avanti e fare il meglio possibile. Nelle ultime sei partite c'è sempre stata la prestazione ma non possiamo essere contenti di aver totalizzato cinque sconfitte in sei partite. Anche chi entra deve dare qualcosa in più. Spesso accade il contrario la situazione peggiore.Era comunque impensabile avere  al massimo della forma chi rientra da lunghi infortuni. Il nostro obiettivo, che è la salvezza, non è stato pienamente raggiunto. E io non ho voglia di ripetere un finale di campionato come lo scorso anno".