Dani Alves vuole tornare al Barcellona ma il club chiude la porta

Dani Alves vuole tornare al Barcellona ma il club chiude la porta

Dani Alves ha deciso: quella appena terminata è stata la sua ultima stagione con il PSG. Il trentaseienne vorrebbe tornare a Barcellona ma il club sulla fascia destra è al completo. Porta chiusa.

di Redazione Il Posticipo

Negli ultimi dieci anni, volendo identificare il miglior esterno destro difensivo, uno dei primi nomi che si faceva era quello di Dani Alves. Il giocatore, scoperto dal Siviglia e accaparrato dal Barcellona per i migliori anni della sua carriera. Nel 2016 è passato alla Juventus nel 2016 ma dopo una sola stagione ha deciso di volare a Parigi con e raggiungere l’amico Neymar. Dopo due stagioni, però, il brasiliano spiega che il suo ciclo parigino è terminato e, secondo radio RAC1, si è offerto di tornare a Barcellona. Il club, però, chiude le porte.

SECCO NO – El Mundo Deportivo racconta di un ‘no’ abbastanza secco arrivato al brasiliano dalla Catalogna. Sembra alquanto evidente che i blaugrana, da ormai un paio d’anni, stanno portando avanti l’operazione-svecchiamento. Gli arrivi di Démbélé, Arthur, De Jong  degli ultimi anni ne sono un chiaro messaggio. Sulla carta d’identità del brasiliano, si contano 36 primavere e non si può più considerare un giovanotto. Vero è che accanto ai tanti ragazzi, un po’ d’esperienza fa sempre comodo ma al Barcellona quella non manca tra Messi, Suarez, Piqué e Rakitic. Tra l’altro, in Catalogna, per la posizione di terzino destro c’è già abbastanza competizione con un Semedo piuttosto stanco di fare il comprimario di Sergi Roberto.

FUTURO – Se c’è qualcosa di davvero bello è leggere negli occhi di un giocatore di trentasei anni la voglia di continuare a lottare ad alti livelli. La voglia di parlare di futuro, come se fosse lui ad imporre al suo fisico quando potrà cominciare a rilassarsi. Per il futuro di Alves, quindi, non c’è nulla di certo. Anche se, andando a riguardare alcuni retroscena, si potrebbe ipotizzare qualche scenario. Uno di questi è un possibile approdo in Inghilterra alla corte dell’allenatore che più stima: Guardiola. Già perché il Manchester City sembrava esserselo preso dalla Juventus nel 2017 ma poi il PSG si è messo in mezzo e lo ha portato all’ombra della Tour Eiffel. Chissà, magari, stavolta, potrà riabbracciare Guardiola. Del resto se Pep era interessato a un ragazzo di 34 anni due anni fa, è difficile ipotizzare che possa sdegnare completamente un trentaseienne oggi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy