Dani Alves…tira su di morale CR7: “L’avversario più complicato, se non sei al 100% ti fa a pezzi e ti fa passare per un cretino”

Il momento di Cristiano Ronaldo non è esattamente semplice. Il portoghese è tornato dalla pausa forzata imposta dal coronavirus un po’ appannato. Le due partite disputate finora hanno offerto un CR7 abbastanza lontano dai suoi standard. Per fortuna che a rallegrarlo…arriva uno dei suoi rivali storici.

di Redazione Il Posticipo

Il momento di Cristiano Ronaldo non è esattamente semplice. Il portoghese è tornato dalla pausa forzata imposta dal coronavirus un po’ appannato. Le due partite disputate finora, quelle di Coppa Italia contro Milan e Napoli, hanno offerto un CR7 abbastanza lontano dai suoi standard. Con i rossoneri è arrivato addirittura un calcio di rigore sbagliato, il secondo da quando gioca in Italia, mentre nella finalissima il portoghese si è visto poco e non è riuscito neanche a tirare il suo calcio di rigore, visto che la partita si è chiusa prima. Per fortuna che a rallegrarlo…arriva uno dei suoi rivali storici.

AVVERSARIO – Su chi è il più forte calciatore del mondo c’è una discussione lunga ormai più di dieci anni, ma quando si parla di titoli, la matematica non tradisce e il vincitore è uno: Dani Alves. Il brasiliano ha incrociato Cristiano Ronaldo dal 2009 al 2016 in Liga e in lui ha trovato un avversario formidabile. A confermarlo ci sono le parole del brasiliano, che parlando a Hoy no se sale non ha avuto dubbi quando si è trattato di stabilire chi è stato il calciatore più complicato da affrontare. “Non mi ha mai fatto soffrire troppo perchè ero sempre concentrato, ma l’avversario più difficile della mia carriera è stato certamente Cristiano Ronaldo”.

100% – I due, del resto, si sono spesso trovati faccia a faccia, soprattutto nel periodo in cui il portoghese frequentava abbastanza assiduamente la fascia sinistra, trovando il verdeoro a presidiare la sua zona di competenza. E CR7 è talmente una forza della natura che…anche l’1% fa la differenza. “È il tipo di avversario davanti al quale devi essere sempre concentrato al 100%, perchè basta che tu sia al 99% e lui ti farà a pezzi, ti farà passare per un cretino”. Alves, però, spiega di aver sempre tenuto fede alla sua linea di pensiero. E anzi, aggiunge che ai tempi del Barça di Guardiola, forse era lui che…spaventava il portoghese: “Quando c’era Pep ho fatto soffrire Cristiano più di quanto lui ha fatto soffrire me”. Chissà cosa ne pensa il diretto interessato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy