calcio

Dani Alves: “Messi fuori posto a Parigi. Magari tornasse qui a Barcellona…”

(Photo by Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images)

L'argentino è arrivato a Parigi per formare l'attacco più temibile del calcio mondiale con Neymar e Kylian Mbappé, ma sinora ha ampiamente deluso le attese.

Redazione Il Posticipo

La vita è cambiata molto per Lionel Messi da quando ha lasciato il Barcellona la scorsa estate. Nonostante abbia vinto il suo settimo Pallone d'Oro al Paris Saint-Germain, al Parco dei Principi si è visto solo un lontano parente del calciatore ammirato a Barcellona. L'argentino è arrivato a Parigi per formare l'attacco più temibile del calcio mondiale con Neymar e Kylian Mbappé, ma sinora ha ampiamente deluso le attese. Dani Alves durissimo sull'esperienza parigina di Messi. L'esterno brasiliano, come riportato da ESPN, ritiene che il suo ex compagno di squadra sia fuori posto a Parigi e continua a sperare in un "ricongiungimento" in Catalogna.

PARIGI - Colleghi, ma anche amici. Dani Alves conosce bene l'ambiente parigino dove neanche lui si è mai trovato pienamente a suo agio. E ritiene che Messi possa subire l'impatto in un ambiente che non è il suo. "A mio avviso Messi non si diverte. Leo riesce a dare il massimo e a rendere incredibili le sue giocate solo quando di diverte e ha intorno dei compagni di squadra che lo rendono felice. Credo sia fuori posto, anche perché ha vissuto nel miglior club e nella più bella città possibile per praticare lo sport che ama.

 YOKOHAMA, JAPAN - AUGUST 07: Gold medalist Dani Alves #13 of Team Brazil celebrates with their gold medal during the Men's Football Competition Medal Ceremony on day fifteen of the Tokyo 2020 Olympic Games at International Stadium Yokohama on August 07, 2021 in Yokohama, Kanagawa, Japan. (Photo by Alexander Hassenstein/Getty Images)

RICONGIUNGIMENTO - Il brasiliano è tornato lo scorso dicembre a Barcellona. Il sogno è di ricongiungersi. Neanche troppo celato. "Quando decisi di lasciare il club, Leo mi disse che non sarebbe stato facile trovare qualcosa di meglio. E in effetti aveva ragione. L'ho provato sulla mia pelle, non c'è alcun posto migliore di Barcellona. E quando ho saputo che stava per lasciare la Catalogna gli ho mandato lo stesso messaggio che ricevetti qualche anno fa. In ogni caso, per qualche ragione che in questo momento mi sfugge, non è qui. Spero però che possa tornare, per giocare ancora insieme e godersi un po' di più Barcellona. Tutti coloro che hanno lasciato questo posto e questa squadra se ne sono pentiti. E chi dice di no, mente. Meglio di come si sta a Barcellona non saranno da nessuna parte".