Dani Alves “loco”, tra calcio…ed educazione sessuale: “Nel Milan di oggi sarei considerato una promessa. Non spaventiamo i ragazzi con l’eiaculazione precoce!”

Dani Alves “loco”, tra calcio…ed educazione sessuale: “Nel Milan di oggi sarei considerato una promessa. Non spaventiamo i ragazzi con l’eiaculazione precoce!”

Che Dani Alves sia un personaggio fuori dagli schemi, questo è abbastanza noto. E ogni dichiarazione del brasiliano è perlomeno particolare, ma stavolta l’ex Barcellona e Juventus ha davvero dato il meglio di sè, parlando veramente di tutto, dal suo rapporto con il calcio…a consigli di educazione sessuale.

di Redazione Il Posticipo

Che Dani Alves sia un personaggio fuori dagli schemi, questo è abbastanza noto. E da quando è tornato in Brasile, al San Paolo, le sue apparizioni tra TV e canali Youtube non si contano. Come sempre, ogni dichiarazione del brasiliano è perlomeno particolare, ma stavolta l’ex Barcellona e Juventus ha davvero dato il meglio di sè. Intervenendo al programma “Hoy no se sale” ha parlato veramente di tutto, dal suo rapporto con il calcio…a consigli di educazione sessuale.

ETÁ – Intanto, a trentasette anni il terzino (che ora si è trasformato in centrocampista) continua ad avere tantissima voglia di scendere in campo. E in fondo, spiega, la carta di identità non lo ha mai preoccupato. E ci scappa anche una battuta, forse legata alla presenza in Serie A del suo ex compagno di squadra Ibrahimovic, che ha addirittura due anni più di lui…  “Io sarei considerato una promessa nel Milan di oggi. L’età è solo un numero, io ho ancora voglia di fare la guerra al calcio. Prima facevo 12 chilometri, però è più intelligente farne 8. Ma di certo c’è solo una cosa: non voglio vergognarmi in campo, quando non sarò più in grado di rendere, lascerò”.

MESSI E IL SESSO – Una carriera fatta di grandi numeri la sua, che lo rende il calciatore più vincente di sempre con 42 trofei. Ma se continua così, il suo amico Leo Messi potrebbe superarlo. Anche questo, però, non sembra rappresentare un problema. “Mi darebbe fastidio se mi superasse un Mario Rossi qualsiasi, ma se lo fa Messi non può darmi fastidio. Se mi supera uno più grande di me va bene. Anche se al momento ci vorranno almeno un paio di anni”. E poi…il numero alla Dani Alves. Un discorso che riguarda la sfera sessuale. “La gente crea traumi ai ragazzi con l’eiaculazione precoce. Ma quando uno sta con una persona che ama tanto deve vivere le cose come vengono. C’è chi dice che a letto bisogna durare due ore, ma non bisogna traumatizzare i ragazzi”. E se lo dice Dani Alves…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy