D’Amico: “Costa ha sbagliato, ma la Juventus vince perchè è forte, non ha rubato nulla”

Vincenzo D’Amico, intervenuto a RMC Sport Network sul caso Douglas Costa, condanna il gesto del calciatore ma non accetta sia strumentalizzata per fare la morale né per sollevare sospetti sulla Juventus.

di Redazione Il Posticipo

Vincenzo D’Amico, intervenuto a RMC Sport Network sul caso Douglas Costa, condanna il gesto del calciatore ma non accetta sia strumentalizzata per fare la morale né per sollevare sospetti sulla Juventus.

COSTA – L’ex calciatore della Lazio ha idee chiare sull’argomento. “Non confondiamo le cose, parlando di furti sulle decisioni arbitrali riguardo l’espulsione di Costa. La Juventus vince perché è la più forte. Si sono presi un paio di volte, qualcuno avrebbe potuto capire ma il gesto del brasiliano è imprevedibile. Ha perso la testa. Una volta potevi farla franca, adesso con le telecamere non sfugge nulla. Douglas ha sputato. Va punito. O vogliamo assegnargli una medaglia? Lo sputo è la cosa peggiore in assoluto. Ricordo un Lazio-Catania. Presi uno sputo, risposi con uno schiaffo. Spero che oltre alle tre probabili giornate la Juventus ne aggiunga una, come per dire, te ne do un’altra”.

DYBALA – Juventus poco tricolore, è un cambio di rotta? “La Juventus ha giocato per anni con la difesa della Nazionale. La Juventus è sempre stata molto italiana. Se adesso ha cambiato, ma non vedo dove sia il problema. Non andrei a vedere cosa succede solo in casa Juve ma mi affaccerei su tutto il calcio italiano. Roma e Inter non stanno andando come dovrebbero”. E su Dybala? D’Amico conferma una visione già espressa in precedenza. “Sbaglia chi paragona Dybala con Messi. Non si possono fare paragoni con i fuoriclasse veri, lui ancora non lo è dobbiamo avere pazienza. La presenza di Ronaldo lo può aiutare per il salto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy