calcio

D’Ambrosio e gli altri: come i fischi si trasformano…in gol

Redazione Il Posticipo

Il Samurai. O meglio, l'ultimo giapponese, quello che non si arrende neanche quando la guerra è bella che finita. E nonostante negli anni il suo apporto non sia mai stato del tutto apprezzato, Nagatomo ha continuato a fare quello che doveva fare, anche quando veniva fischiato. E alla fine per lui in 210 presenze con la maglia dell'Inter sono arrivate 11 reti, alcune delle quali decisive. E adesso che non è più a Milano, forse qualcuno lo rimpiange...