Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Dall’Inghilterra una nuova teoria: Messi calcia le punizioni… “slogandosi” la caviglia

Secondo un esperto, la Pulce avrebbe allenato il suo corpo a "slogarsi la caviglia" per perfezionare la sua tecnica di esecuzione sui calci da fermo.

Redazione Il Posticipo

Messi e il calcio di punizione. Una specialità in cui l'argentino ha imparato a eccellere, lavorando a lungo e diventando uno dei migliori specialisti anche nell'esecuzione dei calci da fermo. L'attaccante del Barcellona è uno dei migliori tiratori del calcio del mondo. Tuttavia in Inghilterra, patria di uno dei migliori tiratori scelti come Beckham, qualcuno ha studiato a fondo il calciatore argentino. Ed è arrivato, come riportato dal Sun a una singolare conclusione.

ESPERTO - Messi negli anni è riuscito ad abbinare potenza, precisione ed effetto nella stesso gesto tecnico. La massima espressione è senza dubbio la punizione messa a segno nella semifinale di andata contro il Liverpool. Una rete che ha attirato l'attenzione del professionista della salute Rajpal Brar. Il dottore ha elaborato la sua teoria. La tecnica di Messi si riduce al modo in cui torce il suo corpo.

"SLOGATURA" -  Parlando su un podcast ripreso dal tabloid attraverso Squawka,  Brar avrebbe svelato l'arcano. "Quando Messi colpisce la palla, sposta tantissimo l'anca a destra. Muove il fianco mentre colpisce in modo da avere massima apertura sulla sinistra. E sposta tutto il peso verso l'esterno del piede perno". Il destro. "Quindi quando colpisce la palla compie quello che in gergo si dice " distorsione dell'inversione ". Ovvero la forza che si riesce ad ottenere quasi contorcendo la caviglia opposta. Nel caso di Messi, evidentemente si è allenato a lungo. Ha lavorato  sul suo corpo per sopportare e controllare quel movimento". Una teoria senza dubbio interessante. Anche le immagini sembrano dare ragione all'esperto. Resta da capire, però, se il diretto interessato abbia davvero deciso di rischiare la caviglia a ogni punizione o se abbia semplicemente lavorato sul talento, abbinando potenza a effetto e controllo. Ci sarà tempo per scoprirlo, magari quando e se riprenderà la Champions.