Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Dall’Inghilterra: “Se Boehly spiegasse i veri motivi per cui ha esonerato Tuchel tanta gente piangerebbe…”

Dall’Inghilterra: “Se Boehly spiegasse i veri motivi per cui ha esonerato Tuchel tanta gente piangerebbe…” - immagine 1
I tifosi del Chelsea ripensano...ai bei tempi andati. Quali? Quelli di Tuchel e di Abramovich, sottolineando che il lavoro di Potter e la gestione Boehly stanno piacendo ben poco. Ma l'ex proprietario del Crystal Palace difende la nuova proprietà...

Redazione Il Posticipo

I primi mesi del tecnico in carica al Chelsea hanno dato un verdetto: Graham Potter...non ha la bacchetta magica. L'allenatore inglese, che i Blues hanno strappato a suon di milioni al Brighton dopo aver licenziato Tuchel, continua ad avere alcuni problemi nel gestire la sua squadra. La classifica, del resto, lo spiega chiaramente. In Premier League il Chelsea è appena decimo, dietro squadre come Fulham, Brighton e Brentford, nonostante le cifre incredibili spese sul mercato in estate e quelle già programmate da utilizzare in questa sessione. Ci sta dunque che i tifosi, soprattutto dopo il netto 4-0 subito dal Manchester City in FA Cup, ripensino...ai bei tempi andati. Quali? Quelli di Tuchel e di Abramovich.

Il commento di Simon Jordan

—  

I supporter dei Blues hanno infatti cantato cori sia per il vecchio tecnico che per l'ex proprietario, sottolineando quanto il lavoro di Potter e la gestione di Boehly stiano piacendo ben poco. Ma a difendere la scelta del numero uno del Chelsea di esonerare l'allenatore tedesco arriva Simon Jordan. L'ex proprietario del Crystal Palace, ora apprezzato opinionista radiofonico, ha raccontato a TalkSport che l'addio a Tuchel è stato, dal suo punto di vista e da quello di Boehly, necessario. "C'è talmente tanto dietro le quinte della questione Tuchel che se la gente sapesse perchè Todd Boehly ha davvero deciso di esonerarlo molti piangerebbero". Già, ma quali sono questi motivi? Il tedesco non sembrava adatto a un progetto a lungo termine, ma Jordan sembra riferirsi ad altro.

"Avrei fatto lo stesso"

—  

Eppure non spetta a lui raccontare cosa... "Non è stato esonerato solamente perchè ha perso contro la Dinamo Zagabria, ma c'erano tantissime altre ragioni. Ma spiegare alla gente quali sono è compito di Todd Boehly". Che a Jordan le ha spiegate, facendogli mettere in prospettiva una decisione che non tutti hanno compreso. "Parlare con lui mi ha aperto gli occhi. Anche io avrei fatto la stessa cosa che ha fatto Boehly, cioè andare da Tuchel e dire 'amico, te ne puoi anche andare'". I risultati, però, al momento dicono che la scelta del Chelsea non sta pagando. E chissà che, se continueranno le critiche alla sua gestione, il presidente dei Blues non decida di raccontare al mondo le vere ragioni della cacciata del tedesco...