Dall’Inghilterra: Mourinho ha reso pubblici i problemi con Pogba perché era contento che…

Dall’Inghilterra: Mourinho ha reso pubblici i problemi con Pogba perché era contento che…

Il Manchester Evening News rivela il motivo per cui l’ex allenatore del Manchester United, Josè Mourinho, ha deciso di rendere pubblici i suoi problemi con Paul Pogba. La stampa dava addosso al francese? Ottimo, meglio metterci il carico!

di Redazione Il Posticipo

Basta dire Paul Pogba. Il resto viene da sé. Tutti gli appassionati di calcio sanno che si tratta di uno dei migliori centrocampisti al mondo. Uno, del resto, non vince mica un mondiale da protagonista per caso. Certo, dopo aver alzato il più ambito trofeo per una rappresentativa nazionale, l’ex centrocampista della Juventus ha vissuto, per assurdo, uno dei periodi meno felici della propria carriera: veniva continuamente bersagliato dalla stampa e le voci di mercato sul suo conto erano diventate frenetiche e tra Real Madrid, Barcellona e Juventus non si riusciva a capire chi stesse facendo più sul serio. Alla fine è rimasto a Manchester e… anche Mourinho ha cominciato a dargli addosso. Pubblicamente. Il Manchester Evening News spiega perché.

MOTIVATORE – A quanto pare, lo Special One avrebbe deciso di adottare una sorta di tecnica di psicologia inversa con il suo centrocampista. Come? Beh, molto semplicemente, l’allenatore era contento delle critiche della stampa a Pogba. E per questo, fermamente convinto che il fatto che il francese sentisse di avere tutti contro potesse metterlo psicologicamente in vantaggio nella loro diatriba, ha deciso di regalare altra carne al fuoco al riguardo. Certo, col senno di poi si può affermare che questa intuizione di Mourinho non sia stata una delle più brillanti della sua carriera da allenatore. E se Pogba fosse riuscito a zittire tutte le critiche che lo stavano seppellendo sul campo, avrebbe meritato un premio per la forza caratteriale dimostrata. Soprattutto perché sarebbe riuscito a scrollarsi di dosso le critiche della stampa e del suo stesso allenatore. Colui che, per definizione, dovrebbe essere il primo a proteggerlo.

IL MIRACOLO DI NATALE – Così non è stato. Mourinho, in effetti, sembrava disposto a fare di tutto per ostacolare il suo giocatore: lo criticava pubblicamente di continuo anche per futili motivi e diffondeva ai quattro venti i loro contrasti privati. Tanto che il campione del mondo aveva perso qualsiasi motivazione a dare il massimo, perché, alla fine, i suoi sforzi sembravano non servire a nulla. Alla fine, con un leggerissimo anticipo, però, per Pogba si è verificato un “miracolo di Natale”: Mourinho è stato sbattuto fuori dal posto di comando e, non appena è stato incaricato il suo successore, Ole Gunnar Solskjaer, il centrocampista ha ritrovato la fiducia, l’amore per il gioco e, di conseguenza, le prestazioni positive. Se quanto riporta il Manchester Evening News dovesse essere confermato, magari un giorno dallo stesso Special One, l’allenatore farebbe meglio a prendere nota. Questo tipo di atteggiamento, almeno con calciatori con un carattere come quello di Pogba, non funziona.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy