Dalla nazionale di Futsal alla Premier League…passando per i dilettanti: Max Kilman si prende i Wolves

I Wolves hanno giocatori di un tasso tecnico importantissimo come Neves e Jimenez. Nessuno, però, si aspettava di vedere brillare la stella di Max Kilman, ex giocatore di futsal e calcio dilettantistico.

di Redazione Il Posticipo

Ogni campionato ha la propria mina vagante. Una squadra che non ha la presunzione di puntare al primo posto ma che ha i mezzi tecnici per fare male, quando è in giornata, anche ai primi della classe. In Inghilterra, questa squadra è il Wolverhampton. I Wolves hanno giocatori di un tasso tecnico importantissimo come Neves e Jimenez; possono contare sul carisma di capitan Coady e sulla fisicità di Traoré. Nessuno, però si aspetta di vedere brillare la stella di Max Kilman, ex giocatore di futsal e di calcio dilettantistico.

FUTSAL – Nella vittoria per 1-0 contro il Leeds, Kilman ha realizzato un assist per Jimenez ed è stato premiato come uomo partita. Il ragazzo nasce nelle giovanili del Fulham ma poi viene girato a Welling United, Maidenhead United e Marlow. Ma Kilman non si è perso d’animo e si è dato parallelamente al futsal. E ha fatto bene, visto che conta 25 presenze con la nazionale inglese di calcio a 5. E lo ha raccontato in un’intervista a Sportbible. “Ho approcciato il futsal a 14 anni. Era qualcosa di diverso, mi ha permesso di lavorare sul piano tecnico e bilanciarlo col calcio ha reso tutto più bello mi ha aiutato ad essere più a mio agio col pallone, più consapevole di chi ho intorno e e a prendere decisioni veloci. Consiglio ai più giovani di giocarci. In Brasile e in Spagna ci giocano quando sono piccoli e li aiuta nel passaggio al calcio“.

RECORD – Insomma, una tecnica nello stretto non indifferente, che può fare comodo anche in Inghilterra quando si gioca con i big. Già, perchè Kilman ha anche un altro primato interessante: è il primo giocatore passato dai dilettanti direttamente alla Premier dai tempi dell’arrivo di Smalling al Fulham. “Giocavo per il Maidenhead e l’allenatore mi ha detto che i Wolves avrebbero voluto prendermi in prova. Nell’ultimo giorno di mercato hanno deciso di prendermi. Non me lo aspettavo affatto, era impensabile. Nel calcio può succedere di tutto, devi essere al posto giusto nel momento giusto per farti notare. A volte mi ritrovo a pensare: ‘Wow, sono in Premier’, ho ancora quell’emozione“. E a questo punto, la nazionale di calcio a 5 potrebbe lasciare il posto…a quella vera.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy