Dalla League Two alla Roma, Alemanji racconta il suo sogno: “Sono uscito dalla mia stanza e ho visto Pedro, ero sotto shock”

Dalla League Two alla Roma, Alemanji racconta il suo sogno: “Sono uscito dalla mia stanza e ho visto Pedro, ero sotto shock”

Dalla League Two alla Serie A ad appena sedici anni. La storia di Mbunya Alemanji, attaccante camerunese ma di passaporto tedesco della Roma, è di quelle che vanno raccontate. E il cambio radicale di vita del centravanti ha portato anche…sorprese forse inattese.

di Redazione Il Posticipo

Dalla League Two alla Serie A ad appena sedici anni. La storia di Mbunya Alemanji, attaccante camerunese ma di passaporto tedesco della Roma, è di quelle che vanno raccontate. E infatti lo ha fatto la BBC, considerando che in Inghilterra il ragazzo lo conoscono bene. Era una delle promesse del vivaio dei Cambridge United, club che in campionato non ha mai troppa fortuna ma che quando si tratta di sfornare giovani pronti per il grande calcio è tra i migliori delle isole britanniche. Un po’ quello che accade a Trigoria, dove Alemanji è stato accolto a metà agosto e dove ora vede facce che in Inghilterra forse…al massimo aveva ammirato in TV.

LOCKDOWN – “È un trasferimento molto importante, ma devo cercare di dimostrare perchè sono qui. I miei amici mi dicono di continuo ‘ma ti rendi conto che sei alla Roma?’. Io da parte mia cerco di mantenere la calma” . Con i giallorossi è arrivato un triennale e l’attaccante comincerà giocando con l’Under-17. A segnalarlo ai capitolini è stata la SEG, l’agenzia che ha lavorato per portare a Roma anche Strootman, che ha inviato dei video del ragazzo al club durante la pausa forzata. Risultato, la Roma si è mossa con un certo anticipo e lo ha portato in Italia. Per lui un altro trasferimento, dopo essere nato in Camerun, essersi trasferito in Germania ad appena tre anni e aver raggiunto Cambridge a 13.

NUOVI COMPAGNI – Poi la chiamata giallorossa. “Era durante il lockdown, il mio agente mi ha chiamato e mi ha detto ‘la Roma è interessata a te’. Una squadra talmente importante che non ho dovuto neanche pensarci su. La settimana successiva mi hanno contattato di nuovo e mi hanno detto che sarei potuto andare a Roma in due settimane. Ero al settimo cielo. Poi ci è voluto un po’ di più, ma alla fine sono arrivato qui”. Il suo contratto prevede anche un anno di scuola prima di diventare professionista. Ma intanto Alemanji vive a Trigoria, dove ha già avuto modo di fare incontri importanti. “Sono uscito dalla mia stanza per fare i test per il Covid-19 e ho visto Pedro. Ero sotto shock”. Considerando che fino a qualche mese fa lo ammirava su Match of the Day…comprensibile!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy