Dal Liverpool al Liverpool: la “revancha” di Llorente

La rivincita di Llorente: appena 9′ di gioco in finale di Champions contro il Liverpool, poi lasciato andare via dal Tottenham a parametro zero. Ancelotti invece gli concede fiducia…e passa alla cassa.

di Redazione Il Posticipo

La “revancha” di Llorente. Lo spagnolo trascina il Napoli alla vittoria contro i Campioni d’Europa, interpretando il match con una mentalità europea. Resistenza fisica, equilibrio e capacità di pungere quando è servito. E il cambio di passo è arrivato dalla panchina: da dove scatta Llorente per consumare la sua personalissima “rivincita”.

DAL LIVERPOOL – L’ultima partita in Champions del centravanti spagnolo, prima dell’esordio con gli azzurri al San Paolo è stata particolarmente amara. Una finale vista per larghissima parte dalla panchina del Wanda Metropolitano, sino a che Pochettino, al minuto 81′ non ha deciso di mandarlo in campo per dare maggiore peso all’attacco degli Spurs. Troppo tardi. Sei minuti dopo Origi vanifica le speranze dei londinesi. E il match di Madrid è anche l’ultima apparizione dello spagnolo con la maglia del Tottenham. Llorente lascia il club liberandosi a parametro zero. Come i titoli vinti.

AL LIVERPOOL – Qualche mese dopo l’addio a Londra è cambiato tutto. Prospettive comprese. Lo spagnolo si svincola e resta in attesa, ben consapevole che restare senza squadra non sarebbe stata una condizione durevole. E puntuale, infatti, è arrivata la chiamata del Napoli. Qualche tifoso, che aveva fatto la bocca a Icardi e qualche altro top player, ha storto la bocca, ma alla resa dei conti, ancora una volta, ha avuto ragione Ancelotti. Il tecnico, che lo conosce molto bene,  aveva immediatamente messo a tacere le perplessità intorno all’acquisto. Lo ha definito attaccante utile e completo. Gli ha concesso fiducia al 69′ ed è passato alla cassa. Lo spagnolo ha ripagato con la rete che ha definitivamente messo al tappeto i campioni d’Europa. Quello che avrebbe voluto fare a Madrid, magari. Ma ai tifosi del Napoli va benissimo anche così.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy