calcio

Dal campo alla… Casa Bianca: Wayne Rooney ospite di Donald Trump

Un inglese alla Casa Bianca? Ebbene sì, l’ospite d’onore alla festa di Natale nella dimora presidenziale statunitense è Wayne Rooney, che a Washington, ormai è di casa.

Redazione Il Posticipo

Dopo una lunga e straordinaria carriera nel calcio inglese, Wayne Rooney, ha varcato l’Oceano Atlantico e ha firmato con il DC United, squadra che ha come propria casa il Robert Fitzgerald Kennedy Stadium di Washington. Non ci ha messo poi molto l’inglese per conquistare gli Stati Uniti, anzi gli sono bastate quattro partite: nella prima ha fatto un gran bell’assist poi si è preso due giornate di assestamento e alla quarta ha fatto il suo primo gol con un tocco leggero di punta per beffare il portiere facendogliela passare in mezzo alle gambe. Di gol ne sono arrivati altri undici e di assist altri cinque. E così Rooney ha conquistato… la Casa Bianca.

NATALE CON I TUOI - Già, il campione inglese si è assicurato un invito alla dimora presidenziale da parte di Donald Trump in persona a titolo di ospite d’onore alla festa di Natale della Casa Bianca. Il Natale, si sa, si passa in famiglia e benché non fosse il 25 dicembre Rooney ha portato con sé la sua straordinaria famiglia composta da sua moglie Coleen e i loro quattro figli, Kai, Klay, Kit e Cass. Tutti insieme, una volta entrati sono stati accompagnati in una visita guidata all’interno della casa che tutto il resto del mondo conosce solo...grazie ai film di Hollywood.

L’IDEA DI CHI È? - Secondo quanto riporta il Mirror, l’invito di Rooney dovrebbe essere un’idea del figlio di Barron Trump, figlio del Presidente degli Stati Uniti, che è un appassionato di calcio. Infatti il ragazzo ha giocato nell’under 12 dei DC United e nei festeggiamenti della Pasqua dello scorso anno si è fatto immortalare con alcune star della squadra capitolina.

SOLITE TEORIE COMPLOTTISTE – Non si parlerebbe di USA senza la presenza di un minimo di voci di complotto: la presenza di Rooney alla Casa Bianca è interpretata da molti come un segnale per controbilanciare i molti grandi rifiuti che il Presidente ha subito nel passato recente da parte di personaggi del mondo dello sport come le leggende del basket Steph Curry e Lebron James. Addirittura, Trump è stato costretto a cancellare la visita alla Casa Bianca dei Philadelphia Eagles, vincitori del Superbowl, in quanto si sarebbero presentati soltanto dieci membri della squadra. Non è un mistero che per molti personaggi dello sport, Donald Trump sia risultato impopolare. E quindi ha ben deciso di cercare alleati...in Inghilterra!