Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Daka, il nuovo Haaland: un’altra perla che arriva da Salisburgo

LEICESTER, ENGLAND - OCTOBER 16: Patson Daka of Leicester City celebrates after scoring their side's fourth goal during the Premier League match between Leicester City and Manchester United at The King Power Stadium on October 16, 2021 in Leicester, England. (Photo by Alex Pantling/Getty Images)

Contro i red Devils aveva messo a segno la quarta rete nella vittoria maturata nell'ultima partita giocata in Inghilterra. In Europa League invece fa tutto da solo.

Redazione Il Posticipo

Patson Daka si è preso la scena a Mosca dopo aver fatto piangere il Manchester United in Premier. L’attaccante continua a seguire la regola del quattro. Contro i red Devils aveva messo a segno la quarta rete nella vittoria maturata nell'ultima partita giocata in Inghilterra. In Europa League invece fa tutto da solo: cala un poker sul campo dello Spartak che permette al Leicester di prendersi il secondo posto del girone e tornare prepotentemente in corsa per la qualificazione.

RECORD - Prestazione da record per l'attaccante di origini africane. Il centravanti dello Zambia entra nella storia della competizione al fianco di Falcao Cavani, Willian, José e Aduriz (Athletic Bilbao). E diviene il primo calciatore a segnare almeno tre gol in una trasferta a Mosca nell'intera storia delle Coppe Europee. Il ragazzo non ha trattenuto la sua gioia alla BBC: "Sono stati giorni fantastici per me, ma sono solo felice di essere stato in grado di aiutare la squadra. Non c'è niente che non apprezzi qui a Leicester come club e come città. Le persone sono fantastiche. Mi godo tutto quello che sta succedendo ma ci sono molte aspetti su cui devo migliorare".

LEICESTER, ENGLAND - OCTOBER 16: Patson Daka of Leicester City celebrates after scoring their side's fourth goal during the Premier League match between Leicester City and Manchester United at The King Power Stadium on October 16, 2021 in Leicester, England. (Photo by Alex Pantling/Getty Images)

REALTA' - Stupisce chi si stupisce di questo ragazzo che, negli ultimi due anni ha avuto una crescita esponenziale. Si è messo in vetrina con la nazionale under 17 dello Zambia, nel 2016 il Salisburgo, che cpnferma di avere un certo fiuto con gli attaccanti, anticipa la concorrenza e scommette su di lui passando alla cassa con gli interessi. Con la Primavera, trascina i suoi alla vittoria della UEFA Youth League. Nel 2018/2019 inizia a prendere confidenza con la maglia del Salisburgo, con 3 gol in 15 presenze. Da allora è una escalation.  nel 2019/2020 ha messo a segno 24 gol in 31 apparizioni. Nella scorsa stagione ha viaggiato su numeri degni del suo predecessore... Haaland: 27 gol in 28 partite. Numeri che ovviamente non sono passati inosservati nei top campionati. Nella scorsa estate c'è stato un tentativo della Roma, che aveva messo gli occhi su questo ragazzo che ha scelto Leicester e la Premier League, campionato che ben si adatta alle sue caratteristiche: velocità, fisica e una tecnica ancora da affinare lo rendono uno dei prospetti più interessanti fra i club di medio alta borghesia europea.