Dai reds, ai… reds. Troppi rossi. Gerrard invita i Rangers alla calma…

Quattro punti in due partite ma anche altrettanti espulsi e appena 42′ su 180′ giocati in parità numerica. L’esordio di Gerrard in panchina è positivo ma adesso il tecnico deve lavorare sui nervi dei suoi…

di Redazione Il Posticipo

Dai reds… ai reds. Questione di colore. E disciplina. Steve Gerrard raccoglie risultati positivi al la guida dei Rangers. Quattro punti in due giornate di campionato rappresentano un buon risultato ma c’è qualcosa che non va. La disciplina. Due rossi nei primi minuti di entrambe le partite terminate in dieci uomini. Contro l’Aberdeen, la resistenza è crollata nel recupero. In casa con il St. Miller i Rangers sono riusciti comunque a portare a casa l’intera posta.

ROSSI – L’Ex simbolo del Liverpool ha avvisato i suoi giocatori. Devono comportarsi bene: del resto non è possibile chiudere due settimane con altrettanti espulsi. Fra l’altro, non si può appellare neanche alla discrezionalità. In entrambi i casi le decisioni sembrano ineccepibili. McCorie contro il St.Mirren è stato espulso dopo appena 30’ di gioco. E la settimana precedente, in casa dell’Aberdeen, Morelos ha lasciato il campo dopo 12’. Ciò significa che i Rangers hanno giocato in parità numerica appena 42’ su 180’. Non esattamente sostenibile.

CALMA – Gerrard, come riporta skysports, ha apprezzato l’atteggiamento ma poi ha anche ripreso i suoi calciatori: “Sono molto contento del risultato e delle prestazioni nelle circostanze in cui sono maturate, ma ancora una volta, siamo rimasti in dieci uomini. L’arbitro ha preso una decisione giusta. Di buono c’è che la mia squadra, si è rimboccata le maniche e ha fatto quello che doveva. Mi avrebbe fatto molto più piacere, però, restare in undici. Non basta essere compatti, dobbiamo imparare anche gestirci: vincere è già abbastanza difficile giocando undici contro undici. Stiamo raccogliendo troppi cartellini gialli e rossi per i miei gusti. Dovremo imparare, crescere e andare avanti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy