“Dai, non ti ammazzo…”: Mourinho…tranquillizza il collaboratore di Sarri

Scintille a fine partita a Stamford Bridge. La scena tra Marco Ianni, collaboratore di Sarri, e Josè Mourinho, è destinata ad entrare nel folklore della figura dello Special One. Ma, almeno dalle dichiarazioni di Mou nel post-partita, tutto è bene quel che finisce bene. Più o meno…

di Redazione Il Posticipo

Scintille a fine partita a Stamford Bridge. Quasi…normale in una partita sentita che viene decisa al minuto 96 con un pareggio totalmente inaspettato. Meno normale è il siparietto che segue però, perchè ok la partita importante, ma la scena tra Marco Ianni, collaboratore di Sarri, e Josè Mourinho, è destinata ad entrare nel folklore della figura dello Special One. Ma cosa succede? Barkley segna, Ianni corre ad esultare in faccia al portoghese, che deve essere trattenuto dalla security e dalla sua stessa panchina, perchè vorrebbe dirne quattro (e forse anche di più) all’irrispettoso avversario. Ma, almeno dalle dichiarazioni di Mou nel post-partita, tutto è bene quel che finisce bene. Più o meno…

NON TI AMMAZZO – Lo Special One ha infatti raccontato sia la conversazione con Sarri in mezzo al campo, sia quello che è accaduto dopo che gli animi si erano calmati. “Quello che è accaduto è tra me e un assistente di Sarri e lo stesso Sarri è stato il primo a venire da me a dirmi che avrebbe risolto il problema internamente. E infatti il suo assistente poi è venuto da me nell’ufficio di Sarri e mi ha chiesto scusa. Io gli ho detto ‘Se davvero ti dispiace, accetto le tue scuse e mi dimenticherò di quello che è successo. Anche io ho fatto parecchi errori nella mia carriera, non ti ammazzerò certo per averne fatto uno’. A quel punto si è scusato di nuovo e io ho accettato“.

RISULTATO PESSIMO – Insomma, alla fine vince, più o meno lo sport, ma pareggia un Manchester United che per lunghi tratti del match ha pensato di poter portare a casa i tre punti contro la squadra di Sarri. E Mourinho conferma che alla fine il risultato non è assolutamente quello che aveva sperato. “Siamo stati la squadra migliore in campo. Se prima della partita pensi che pareggerai a Stamford Bridge, sembra un buon risultato. Ma dopo la partita, anzi, dopo questa partita giocata così, è un risultato pessimo per noi e fenomenale per loro“. Anche se l’impressione è che ci si ricorderà del match più per lo scontro con Ianni che per altro!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy