Da Stamford Bridge si alza un urlo: “Forza Vialli, siamo con te”

Da Stamford Bridge si alza un urlo: “Forza Vialli, siamo con te”

Il Chelsea non dimentica Gianluca Vialli. I tifosi dei Blues hanno mantenuto la loro promessa e hanno mostrato uno striscione di supporto al loro ex giocatore e allenatore prima della partita di Carabao Cup contro il Manchester United.

di Redazione Il Posticipo

Il Chelsea non dimentica Gianluca Vialli. L’attaccante azzurro sta combattendo la sua battaglia e si moltiplicano ovunque le iniziative delle tifoserie per fare forza all’ex bomber di Cremonese, Samp, Juventus e, appunto dei Blues. I tifosi della squadra di Lampard lo avevano annunciato e hanno tenuto fede alla loro parola. Come spiega il Guardian, attraverso un comunicato diffuso via Twitter, il celebre gruppo di tifosi The Shed ha voluto omaggiare la lotta di Vialli contro la malattia, spiegando che sarebbe stato esposto uno striscione di supporto al momento in cui le squadre sono entrate in campo per il match di Carabao Cup contro il Manchester United.

STRISCIONE – “Mostreremo uno striscione nella tribuna Matthew Harding per supportare la leggenda del Chelsea Gianluca Vialli, che sta lottando contro il cancro. Mentre i calciatori escono sul campo e lo striscione verrà esposto, vi chiediamo di cantare con noi il nome di Vialli, per fargli sapere che siamo con lui”. Uno splendido gesto, che alla fine è stato messo in pratica. Lo striscione, con su scritto “Forza Vialli, siamo con te”, è stato mostrato a tutto Stamford Bridge e i tifosi di casa hanno mostrato tutto il loro amore per colui che da calciatore e da allenatore ha saputo rappresentare lo spirito del club.

LEGGENDA – Oltre ad aver giocato con i Blues dal 1996, infatti, Vialli è stato prima player-manager tra il 1998 e il 1999 e poi, dopo aver appeso gli scarpini al chiodo, solo allenatore fino al 2000. In quel periodo, assieme a Magic Box Gianfranco Zola, l’ex bianconero ha portato nella bacheca del club addirittura cinque trofei: la Coppa di Lega inglese, la FA Cup e la Charity Shield, a cui vanno aggiunte la Coppa delle Coppe del 1998 e la successiva Supercoppa Europea. Ottimi motivi dunque per rimanere nel cuore dei tifosi dei Blues, che non hanno mai dimenticato “Luca”, come lo chiamano ancora affettuosamente, e hanno voluto essergli accanto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy