Da Inzaghi a… Inzaghi: la Lazio ritrova un primato che mancava dal 2000

Da Inzaghi a… Inzaghi: la Lazio ritrova un primato che mancava dal 2000

Lazio – Bologna diviene una partita storica. La Lazio si ritrova prima in classifica da sola, nel girone di ritorno, come non accadeva dal 14 maggio del 2000, quando il primato coincise con lo scudetto. E la prima rete di quel match contro la Reggina…

di Redazione Il Posticipo

Spazio ai sogni, da toccare con mano. Lazio prima in classifica per almeno una settimana, complice il rinvio di Juventus – Inter. La sfida con il Bologna permette alla squadra di Simone Inzaghi di volare in testa al campionato Sensazione provata piuttosto raramente. Ma quando succede all’allenatore della Lazio…

CHE NE SANNO I 2000 –  Imbattuta nelle 14 giornate casalinghe, proprio come nel 2000. Più risultati utili consecutivi, rispetto al 2000. E, per rivedere la formazione biancoceleste in cima in solitaria alla classifica occorre tornare indietro nel tempo di venti anni. E fermare le lancette a una data che ha scritto la storia della Lazio. 14 maggio 2000. Lazio prima in campionato e Campione d’Italia. Allora, Simone Inzaghi era in campo, per mettere il timbro nel 3-0 rifilato alla Reggina. Calcio di rigore che sblocca il risultato e mette la gara in discesa. Poi il diluvio di Perugia e la sconfitta clamorosa della Juventus regalano il titolo ai biancocelesti.

PRECEDENTI – Nella gestione del presidente Lotito, la Lazio si era trovata comunque altre volte in testa alla classifica, ma era ancora il girone d’andata: nel 2008/2009, allenata da Delio Rossi, la Lazio si ritrova in cima alla classifica dopo la vittoria a Torino alla quinta giornata di campionato con dodici punti.  Con Edy Reja, invece, si ritrova al comando dopo 9 giornate, con 22 punti nel 2010/2011.

FRATELLI – Curioso anche che entrambi i fratelli Inzaghi si ritrovino in testa ai rispettivi campionati. Filippo stava già dominando da tempo il campionato di serie B. L’unico dubbio relativo alla promozione in serie A, riguarda il “quando”. Simone ci ha messo invece 26 giornate, ma ha un precedente favorevolissimo. Se si trova in testa alla serie A con la Lazio, si cuce addosso il tricolore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy