Da eroe a nemico pubblico: pochi mesi all’Anderlecht ed è già #KompanyOut

Sono bastate poche partite ai tifosi dell’Anderlecht per decidere che quello che hanno riaccolto come un eroe possa essere già diventato un flop. E in Belgio, sui social, rimbomba il #KompanyOut.

di Redazione Il Posticipo

Non è facile fare il calciatore ed è altrettanto complicato fare l’allenatore. Figuriamoci quanto possa essere provante essere calciatore-allenatore. Lo ha scoperto Vincent Kompany. Dopo tredici anni passati lontano da casa, l’ex Schalke e Manchester City decide di tornare a vestire viola. Tuttavia, il difensore si fa prendere la mano da un progetto molto ambizioso in cui va ad affiancare, con pari responsabilità, l’ex numero 10 della nazionale gallese Simon Davies. Il campionato inizia malissimo e sui social i tifosi se la prendono con il difensore. Ed è già #KompanyOut.

BEN POCO – In realtà, la sua posizione si è aggravata già dall’inizio. Il 20 maggio appare uno dei primi (non il primo in assoluto) #KompanyOut. Il problema è che l’ex difensore della nazionale… era stato ufficializzato il giorno prima. Il problema di fondo era la mancata qualificazione alle coppe europee che per l’Anderlecht è la prima dal 1963/64. Non benissimo, insomma ma in un giorno, pur con doti tattiche al limite del miracolo, avrebbe potuto fare ben poco.

“GRAZIE” – Ora, però, la situazione è differente: alla nona giornata, la squadra con più titoli nazionali all’attivo… è tredicesima, a due punti dalla zona retrocessione, con una sola vittoria, tre pareggi e 5 sconfitte. Il rischio è di tornare in seconda divisione per la terza volta nella storia del club, paradossalmente, “grazie” al ritorno di una vecchia gloria. I tifosi, quindi vogliono già metterlo alla porta ma non si è ben capito se solo come allenatore o proprio del tutto. E in ogni caso non si limitano a protestare sui social: aspettano la squadra fuori dal cancello principale per mettere su una bella contestazione. Il Sun riporta che l’ex City ha praticamente incolpato se stesso per ogni gol preso dalla squadra. Resta da capire se si auto-metterà fuori squadra in attesa dell’esonero o si darà un’altra chance.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy