Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Cutrone: “Ringrazio Nicolato, avrò le mie occasioni e dimostrerò a tutti quanto valgo”

CELJE, SLOVENIA - MARCH 30: Giulio Maggiore (Hidden) of Italy celebrates with team mates after scoring their side's first goal during the 2021 UEFA European Under-21 Championship Group B match between Italy and Slovenia at Stadion Celje on March 30, 2021 in Celje, Slovenia. Sporting stadiums around Slovenia remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Jurij Kodrun/Getty Images)

L'Under 21 sa anche segnare, gli azzurrini superano di slancio la Slovenia.

Redazione Il Posticipo

L'Under 21 sa anche segnare. Eccome. Gli azzurrini superano di slancio la Slovenia nella sfida decisiva per la qualificazione ai quarti di finale dell'Europeo di categoria mettendo in campo cuore, carattere e, finalmente, efficacia negli ultimi sedici metri. L'avversario non era di quelli insuperabili, ma le partite vanno comunque giocate. Esame superato nel migliore dei modi dunque. Fra i protagonisti del match, Cutrone, man of the match con una doppietta, che ha parlato ai microfoni di Raisport.

SODDISFAZIONE - Legittima, la soddisfazione per il passaggio del turno. L'Italia è una squadra solida. E può ambire a traguardi importanti. "Non giocavo titolare da tanto tempo, sicuramente non è stato facile per me, ma mi sono sempre allenato al massimo. L'occasione, poi alla fine arriva sempre. Quindi mi farò sempre trovare pronto". Vittoria fondamentale, anche per come si è gestita la pressione. "Siamo stati bravi a non sottovalutare la partita, altrimenti avremmo rischiaro di perderla. Abbiamo reagito e gestito la pressione. Significa molto per tutti noi. E  Sono orgoglioso di essere il capitano di questa squadra".

RISCATTO  - Una doppietta che ha il sapore del riscatto, dopo qualche amarezza di troppo. "Sinora la mia stagione non è molto fortunata, non sto giocando i minuti che desidero ma gioco lo sport più bello del mondo e dimostrerò a tutti quanto valgo. L'abbraccio al mister Nicolato è il minimo, ha sempre creduto in me. Abbiamo raggiunto l'obiettivo minimo, possiamo arrivare lontano. Non ci è precluso nessun obiettivo".