Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Cutrone: “Ho visto il pallone in faccia e poi entrare… sono contento, vittoria di un gruppo fantastico”

NAPLES, ITALY - DECEMBER 12: Patrick Cutrone of Empoli celebrates after scoring their side's first goal during the Serie A match between SSC Napoli and Empoli FC at Stadio Diego Armando Maradona on December 12, 2021 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Ed al Maradona arrivò anche la serata di Cutrone.

Redazione Il Posticipo

Ed al Maradona arrivò anche la serata di Cutrone. Bocciato da Milan, Valencia Fiorentina e Wolverhampton, il ragazzo ha scelto Empoli per mantenere quelle promesse fatte nell'estate del 2017. E sciorina una grandissima prestazione al Maradona. Il centravanti mette a segno un gol di nuca su rimpallo. Un po' di fortuna non guasta. Ripaga tante amarezze e aiuta a rivalutare questo ragazzo che inizia a giovarsi della cura Andreazzoli. Sinora due gol, tanta sostanza e soprattutto la scoperta di essere anche uomo squadra. Emozioni e sensazioni sono espresse a caldo ai microfoni di DAZN.

GOL - Non è esattamente un gol che si prova in allenamento ma come si dice, conta il risultato. "Io ho visto che a un certo punto il pallone mi ha colpito in faccia, poi è entrato e mi sono detto meno male. Sono contento a livello personale, felice per il risultato e per aver segnato in questo stadio. Non crediamo di essere forti, ma siamo bravi, stiamo giocando benissimo. Ed è la forza del gruppo che va messa in risalto. In questa squadra chiunque gioca o subentra sa cosa deve fare, è il primo obiettivo che ci siamo messi in testa da quando è iniziato il campionato. sono felicissimo di far parte di questo gruppo".

NAPLES, ITALY - DECEMBER 12: Patrick Cutrone of Empoli celebrates after scoring their side's first goal during the Serie A match between SSC Napoli and Empoli FC at Stadio Diego Armando Maradona on December 12, 2021 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

PROTAGONISTA - Cutrone ha iniziato anche a segnare e per un attaccante è sempre un bene. Tuttava, quando è sceso in campo si è sempre reso utile. Sinora, una delle migliori stagioni, anche come uomo squadra e non solo come finalizzatore. "Sono felice perché anche se non segno mi rendo utile, do sempre l'anima per la squadra. Questo Empoli mi fa sentire importante, mi fa stare bene". Non gli è riuscito il "tiraggir" con cui scherza spesso con i compagni. Nessuna presa in giro. Anzi. "Ogni tanto in allenamento provo anche io a colpire il pallone a giro, Insigne è un grande giocatore, rappresenta l'emblema di questa soluzione di gioco".