calcio

Cutrone e il Milan, ma non solo: separazioni non consensuali

Patrick Cutrone, cuore rossonero, si ritrova a giocare contro il suo Milan. La squadra che non avrebbe mai tradito, se non fosse stato per scelta della società. La sua, come quella di molti altri, è la storia di chi non avrebbe mai voluto...

Redazione Il Posticipo

Patrick Cutrone, cuore rossonero, si ritrova a giocare contro il suo Milan. La squadra che non avrebbe mai tradito, se non fosse stato per scelta della società. Dopo le giovanili, l'esordio in prima squadra e prestazioni che facevano sperare in un futuro da titolare, è arrivata la cessione ai Wolves, che a loro volta l'hanno rimandato in Italia, alla Fiorentina. Quella dell'attaccante comasco, come quella di molti altri, è la storia di chi non avrebbe mai voluto lasciare una maglia, ma è stato costretto a farlo.non è il solo separato con un po' di rammarico (unilaterale).

Potresti esserti perso