Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Cunha, l’amuleto di Simeone: in 113′ di gioco ha portato in dote otto punti

VITORIA-GASTEIZ, SPAIN - SEPTEMBER 25: Matheus Cunha of Atletico Madrid battles for possession with Matt Miazga of Deportivo Alaves during the La Liga Santader match between Deportivo Alaves and Club Atletico de Madrid (Photo by Juan Manuel Serrano Arce/Getty Images)

Un giocatore che si è visto pochissimo all'Atlético e non è mai stato titolare, ma i cui ingressi sono quasi sempre portatori di... gol e punti. 

Redazione Il Posticipo

Pochi calciatori dell'Atletico possono vantare il record Matheus Cunha, l'amuleto di Simeone. Se c'è lui in campo, i colchoneros portano a casa il risultato.  Il brasiliano, ingaggiato negli ultimi giorni di mercato dall'Hertha Berlino , ha giocato appena 113 minuti in  sei partite in cui Simeone, ma il suo score è impressionante: quando è entrato la squadra ha messo a segno sei reti e conquistato otto punti.

UTILE  -Il giocatore, che ha vinto la medaglia d'oro alle ultime Olimpiadi , con tanto di rete segnata in finale contro la Spagna, è arrivato per puntellare la rosa e, sebbene limitato da qualche contrattempo muscolare, si è rivelato una risorsa importante. Riduttivo definirlo amuleto anche perché il suo ingesso impegna parecchio le difese e permette a Suarez di godere di quella libertà che gli permette di essere letale in area di rigore. Simeone, di solito lo utilizza come centravanti di appoggio, e seppur Cunha non sia incisivo sul tabellino, lo è, eccome, dal punto di vista tattico. Nello studio pubblicato da AS emerge come Suarez sia uno dei grandi beneficiari del suo ingresso in campo: con lui, el Pistolero ha realizzato tre gol e tutti decisivi ai fini della classifica. Una doppietta contro il Getafe per ribaltare la partita e il rigore di domenica scorsa contro la Real Sociedad per acciuffare un preziosissimo pareggio.

VITORIA-GASTEIZ, SPAIN - SEPTEMBER 25: Matheus Cunha of Atletico Madrid battles for possession with Matt Miazga of Deportivo Alaves during the La Liga Santader match between Deportivo Alaves and Club Atletico de Madrid (Photo by Juan Manuel Serrano Arce/Getty Images)

RENDIMENTO - L'utilità del ragazzo è fuori discussione: Cunha è entrato per giocare gli ultimi dieci minuti della partita contro il Villarreal con i colchonros in svantaggio per 1-2 sul tabellone e dopo il suo ingesso i campioni di Spagna sono riusciti a segnare nell'ultima azione della partita grazie all'autogol di Mandi. La sua seconda apparizione è contro contro l'Espanyol:19' in campo sufficienti per rovesciare le sorti del match. L'Atletico era sotto 1-0. Carrasco ha pareggiato e Lemar ha segnato 1-2 al 98' minuto. Altri 13' contro l'Athletic Bilbao, partita complicata dall'inferiorità numerica generata dall'espulsione di João Félix. Si è rifatto nei 23' contro il Getafe provocando il rosso di Aleñá prima della doppietta di Suárez.