calcio

Cudicini…saluta Cech: “Potevi farmi giocare ancora qualche partita con le vecchie glorie!”

UNITED KINGDOM - JANUARY 01:  Chelsea goalkeepers Petr Cech and Carlo Cudicini watch New York Giants train  (Photo by Darren Walsh/Chelsea FC Via Getty Images)

Carlo Cudicini accoglie l’annuncio del ritiro di Petr Cech con un post ironico su Twitter, in ricordo dei tempi in cui competevano per una maglia da titolare!

Redazione Il Posticipo

Bella la vita da calciatore, eh?! La notorietà, diventare ricchi facendo ciò che si ama, avere la fortuna di chiamare ‘lavoro’ quello che sostanzialmente è visto dal resto degli esseri umani come un ‘gioco’. Certo, non è mica tutto bianco o nero: in mezzo ci sono migliaia di situazioni abbastanza problematiche, ad esempio, quelle legate al ruolo del portiere. Per qualsiasi giocatore che occupa un ruolo qualsiasi tra quelli di movimento, essere la seconda scelta di un allenatore non rappresenta un problema insormontabile: certo, si gioca un po’ di meno di quanto si vorrebbe, ma almeno si gioca. Per i portieri questo è diverso: il primo portiere gioca sempre, il secondo di rado e il terzo praticamente mai. Ecco perché l’ex (a volte) secondo e (a volte) terzo portiere del Chelsea, Carlo Cudicini, accoglie con un post ironico l’annuncio dell’addio al calcio di Petr Cech che avverrà a fine stagione.

VITE PARALLELE -Petr, avresti potuto aspettare qualche altro anno prima di ritirarti per permettermi di giocare qualche altra partita con le vecchie glorie del Chelsea! Non vedo l’ora di lottare per la maglia numero 1… di nuovo. Congratulazioni per la tua immensa carriera e buona fortuna per ciò che verrà dopo”. Cech non gioca più nel Chelsea ed è finito per difendere la porta dei rivali giurati dell’Arsenal, ma sarebbe inverosimile pensare che i blues non lo contatteranno per far parte della propria squadra di vecchie glorie che organizza periodicamente partite per scopi benefici.

UNA VITA DA SECONDO - Cudicini, portiere di seconda generazione e calciatore di terza (papà Fabio portiere e nonno Guglielmo difensore) ha lasciato il Chelsea nel 2009 dopo dieci anni per andare al Tottenham. Anche lui quindi dopo l’addio in blu ha preferito restare a Londra, ma Cech ha firmato per l’Arsenal sei anni dopo lasciando, i pali tra le attente mani di Courtois. Quindi, con buona probabilità, anche se Cudicini fosse riuscito a ‘sopravvivere’ calcisticamente nel Chelsea a Cech avrebbe continuato a fare il secondo o addirittura il terzo portiere. Una vita da secondo, quindi ed ora, come spiegato ironicamente nel Tweet, rischia di tornare a rispettare la tradizione anche nella squadra delle vecchie glorie. E anche stavolta, ci sarà da combattere.