Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Crouch sul caso Kane: “Quello del calcio è un mondo spietato. Ti scambiano come fossi merce, non una persona”

ZAGREB, CROATIA - MARCH 18: Harry Kane of Tottenham Hotspur looks dejected following defeat in the UEFA Europa League Round of 16 Second Leg match between Dinamo Zagreb and Tottenham Hotspur at Stadion Maksimir on March 18, 2021 in Zagreb, Croatia. Sporting stadiums around Europe remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Jurij Kodrun/Getty Images)

Il centravanti è deluso, perchè il Tottenham gli aveva garantito che non si sarebbe opposto a un suo addio, ma gli affari sono affari. Lo sa benissimo un altro ex attaccante degli Spurs, Peter Crouch, che ha vissuto una situazione simile.

Redazione Il Posticipo

Il caso Kane continua a far discutere in Inghilterra. La questione è tanto semplice quanti ingarbugliata: il calciatore vuole andarsene, ma il Tottenham non ha intenzione di cederlo e ha un contratto fino al 2024 che può far valere. Il centravanti è deluso, perchè il club gli aveva garantito che non si sarebbe opposto a un suo addio, ma gli affari sono affari. Lo sa benissimo un altro ex attaccante degli Spurs, Peter Crouch, che sulle pagine del DailyMail ha raccontato di quando il Tottenham aveva deciso di cederlo, causando una lite epocale con il numero uno del club, Daniel Levy.

INTERESSE - Un personaggio di quelli con cui è complicato negoziare, ma che il suo lavoro lo sa fare benissimo. "Non porto rancore e se fossi il proprietario di un club vorrei che fosse Levy a gestirlo per me. Ma questo non significa che la mia esperienza non sia stata parecchio brusca e spietata. All'epoca è stato pesante, ma ora capisco che Daniel avesse in mente soltanto l'interesse del Tottenham. E se ci pensiamo, è esattamente quello che sta succedendo ora, anche se le circostanze sono diverse. È da un po' che Kane sta cercando di fare un passo avanti nella sua carriera e il City è pronto a pagarlo parecchio. Con me, il Tottenham pensava che non fossi più utile. Con Kane è il contrario, vorrebbero tenerlo ma credo che le conversazioni saranno lo stesso abbastanza dure".

 ZAGREB, CROATIA - MARCH 18: Harry Kane of Tottenham Hotspur reacts during the UEFA Europa League Round of 16 Second Leg match between Dinamo Zagreb and Tottenham Hotspur at Stadion Maksimir on March 18, 2021 in Zagreb, Croatia. Sporting stadiums around Europe remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Jurij Kodrun/Getty Images)

SPIETATO - Dove stanno quindi le colpe nella situazione che riguarda l'Uragano? Probabilmente nella stessa natura del calcio. "Molta gente fa fatica a vedere la situazione da entrambi i lati e tutti sono molto veloci a incolpare i calciatori. Si parla tanto di gentleman's agreement, ma nonostante si spera sempre che vengano rispettati nell'interesse di tutti, bisogna anche essere onesti e considerare che ci sono anche in palio un sacco di soldi. E sfortunatamente, le cose vanno così. Per quello che ho vissuto io, è complicato credere a quello che viene detto dagli addetti ai lavori. Quello del calcio è un mondo spietato. E ti scambiano come fossi merce, non una persona". Non esattamente il miglior spot per lo sport più amato del mondo.