L’amore tra Cristiano Ronaldo e la Champions: altro match, altro record

La doppietta all’APOEL significa cento reti in Champions League con la maglia del Real per Cristiano Ronaldo. Ma anche 18 marcature in Europa nell’anno solare. Ovviamente, è record.

di Redazione Il Posticipo

In campionato siamo ancora fermi a una rete in otto partite, formando con Benzema, anche lui con solo una marcatura in attivo in Liga, una coppia che fa il paio con quella del Benevento. Ma mettete sulla maglia di Cristiano Ronaldo lo stemma della Champions League e certamente potrete ammirare il fenomeno che con tutta probabilità ritirerà il suo quinto Pallone d’Oro. Otto stavolta sono le reti, in cinque partite. I poveri ciprioti dell’APOEL Nicosia sono stati i destinatari della metà dei gol, mentre gli altri quattro sono momentaneamente suddivisi equamente tra Borussia Dortmund e Tottenham.

Cristiano Ronaldo a segno cinque volte su cinque

Momentaneamente perchè contro i tedeschi, nell’ultimo match del girone, Cristiano punta all’ennesimo record. Andare in gol in tutte le prime cinque partite di Champions League non è semplice, al punto che da quando esiste la nuova formula ci sono riusciti solo in tre. L’ucraino Rebrov, il nostro Alex Del Piero e, appunto, il portoghese. Che segnando al Borussia potrebbe abbandonare subito i suoi colleghi e andare a pareggiare un altro primato, quello del turco di Burak Yilmaz, capace di timbrare il cartellino sei volte su sei nell’edizione 2012/13 della competizione. Tra l’altro, a proposito di numeri, la doppietta all’APOEL significa cento reti in Champions League con la maglia del Real per Cristiano Ronaldo. Tre lunghezze avanti a Leo Messi e ben 47 più del terzo calciatore in attività, il buon Benzema, che come il compagno di squadra si è sbloccato nella serata contro i ciprioti.

Diciotto reti in Champions nell’anno solare

Ma non è chiaramente tutto. Sempre partendo dal presupposto che manca ancora la partita contro il Borussia Dortmund, al Neo GSP Stadium di Nicosia è arrivato un altro record, quello di marcature in Champions nell’anno solare. Diciotto, con l’asterisco della partita in meno, staccando il precedente primato di 16 reti. Detenuto da…Cristiano Ronaldo. Che evidentemente quest’anno è molto più ispirato in campo internazionale. Peccato, perchè il pessimo avvio nella Liga, a meno di prestazioni monstre, può costargli (per il momento) il mancato raggiungimento di qualcuno dei record assoluti che ancora mancano nella bacheca di casa. Come ad esempio quello per il maggior numero di vittorie nella Scarpa d’Oro, al momento detenuto in comproprietà con il grande nemico Messi, che è anche stato più volte Pichichi del campionato spagnolo.

Record su record

In realtà il cammino in Champions porta a pensare al miglioramento del primato più importante. Che non sarebbe quello di vincere la terza coppa consecutiva, diciamo che a Madrid c’è più di qualcuno che ha fatto molto meglio. Ma nessuno, neanche ai tempi della vecchia Coppa dei Campioni, è mai riuscito a segnare in quattro finali. Cristiano Ronaldo è già il detentore del primato (avendo segnatoin finale sia con la maglia del Manchester United che con quella del Real), ma puntare al proprio personalissimo poker, aggiungendoci un tris di trionfi continentali di squadra, sembra un qualcosa che può spronare ulteriormente il cannibale. A cui probabilmente nella prossima partita diranno che sta giocando contro il Malagen, o il Malague. Perchè se vede Europa, CR7 diventa inarrestabile.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy