Cristiano Ronaldo, critiche anche…per la filosofia: “Il Kaizen non è fatto per persone con un ego importante e con le manie di grandezza”

Dopo settimane complicate, finalmente una buona notizia per Cristiano Ronaldo. Ma continuano le polemiche, che colpiscono addirittura il messaggio dello juventino sulla filosofia Kaizen, che si basa sul concetto di miglioramento graduale attraverso piccoli cambiamenti giorno dopo giorno.

di Redazione Il Posticipo

Dopo settimane complicate, finalmente una buona notizia per Cristiano Ronaldo. Il portoghese è risultato negativo al tampone e può quindi dire di aver superato il Covid-19. E, cosa fondamentale per il cinque volte Pallone d’Oro, può tornare in campo. Quello che questo periodo di isolamento lascerà è una serie di polemiche probabilmente evitabili, generate dal post pubblicato dal lusitano prima di Juventus-Barcellona, saltata per colpa di un tampone che è diventato un caso internazionale. Ma non finisce qui, perchè un altro lascito di questi giorni è il messaggio dello juventino che parla della filosofia Kaizen, che si basa sul concetto di miglioramento graduale attraverso piccoli cambiamenti giorno dopo giorno.

KAIZEN – Un qualcosa che, vista l’etica del lavoro di Cristiano Ronaldo, ben si adatta al fenomeno di Funchal. Ma, considerando di chi si sta parlando, era praticamente certo che persino quel semplice “Kaizen philosophy” scritto su Instagram avrebbe creato un’alzata di scudi. E infatti, come riporta AS, è andata esattamente così. A bacchettare CR7 è la psicologa Beatriz Villagrasa, che spiega perchè il bianconero…non dovrebbe parlarne. “Questa tecnica non nasce per persone con un ego importante, con eccesso di fiducia in se stessi e con le manie di grandezza”. Non proprio complimenti per Cristiano, che però non ha mai nascosto di avere un’opinione di sè parecchio alta.

POLEMICHE – Dunque, il portoghese…non ha il profilo adatto per applicare la filosofia Kaizen e la psicologa lo dice abbastanza chiaramente. “Non vedo Cristiano con le caratteristiche di una persona che ha bisogno di utilizzare questo metodo. Ed è un qualcosa che non si dovrebbe applicare troppo alla leggera”. Insomma, dopo le polemiche con gli esperti in maniera sanitaria per i tamponi, persino la “semplice” volontà di migliorare giorno dopo giorno riesce a creare un vespaio. Ma del resto, si parla pur sempre di CR7, uno che è in grado di fare notizia (e opinione) in qualsiasi maniera. In particolare in campo. Che, per fortuna, è dove si torna a vederlo dopo troppi tira e molla virtuali.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy