Crisi United, Scholes sa di chi è la colpa: “Quando Moyes ha comprato Mata e Fellaini per 70 milioni è suonato l’allarme…”

Crisi United, Scholes sa di chi è la colpa: “Quando Moyes ha comprato Mata e Fellaini per 70 milioni è suonato l’allarme…”

Il Manchester United è in crisi. E non solo in questa stagione, come dimostra la bacheca. E quindi i tifosi si fanno una sola, semplice domanda: dov’è che tutto ha cominciato ad andare storto? La risposta ce l’ha una leggenda del club: Paul Scholes, che punta il dito contro un paio di acquisti…

di Redazione Il Posticipo

Il Manchester United è in crisi. E non solo in questa stagione, come dimostra la bacheca. Da quando nel 2013 Sir Alex Ferguson ha lasciato la panchina dei Red Devils, a Old Trafford sono arrivate due Community Shield, una Coppa di Lega e un’Europa League. Non poco per qualsiasi altro club, ma una vera e propria miseria per una delle società più vincenti della storia del calcio inglese e mondiale. E quindi i tifosi si fanno una sola, semplice domanda: dov’è che tutto ha cominciato ad andare storto? La risposta ce l’ha una leggenda dello United: Paul Scholes, che a BBC Radio Five Live spiega il suo punto di vista.

MATA E FELLAINI – Ovviamente, il momento clou non può che essere l’addio di Sir Alex. Al suo posto arriva David Moyes, con la sponsorizzazione dello stesso ex tecnico scozzese. Il nuovo arrivato però secondo Scholes fa subito due grossi errori nella prima campagna acquisti. “Penso che l’allarme abbia suonato immediatamente, quando Moyes ha preso il comando e ha comprato Juan Mata e Fellaini per qualcosa come 70 milioni di sterline. Sono due buoni giocatori, ma non credo che fossero calciatori da Manchester United”. Considerando che Mata è ancora a Old Trafford ma è sempre meno impiegato e decisivo, mentre Fellaini ha lasciato l’Inghilterra per la Cina, i tifosi dei Red Devils potrebbero anche essere d’accordo con l’ex centrocampista.

CI PENSA OLE – E le cose non sono migliorate, nè con Van Gaal nè con Mourinho. “Non credo che Sir Alex avrebbe comprato quel tipo di giocatori. E da quel momento in poi l’allarme ha suonato abbastanza spesso e adesso siamo in una condizione simile perchè sono stati comprati diversi giocatori che non riteniamo siano davvero calciatori da Manchester United”. Quindi, mercato bocciato da almeno sei anni. Ma per fortuna, secondo Scholes, è arrivato Solskjaer, che può cambiare la situazione. “Ole ha l’opportunità di cambiare le cose e di rimetterle a posto”. Sempre che la partita contro il Liverpool non gli sia fatale, come successo un anno fa a Mourinho…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy