Crisi Barcellona, l’autocritica di Valverde: “Sono il primo responsabile”

Ernesto Valverde si assume le proprie responsabilità. Il tecnico del Barcellona, dopo la quarta partita della stagione fuori casa senza vittoria ha ammesso che la squadra non è all’altezza delle aspettative lontano dal Camp Nou. 

di Redazione Il Posticipo

Crollo Barca: Ernesto Valverde si prende le proprie responsabilità. Il tecnico del Barcellona, dopo la quarta partita della stagione fuori casa senza vittoria ha ammesso che la squadra non è all’altezza delle aspettative lontano dal Camp Nou.

PROBLEMI – Le dichiarazioni del tecnico, riprese da sport.es, non lasciano molto spazio a interpretazioni. Valverde si sente pienamente responsabile delle difficoltà che sta attraversando la squadra. “Sono preoccupato. Fuori casa non otteniamo buoni risultati. Quando questo accade in una partita, aspetti la prossima. Ma se la cosa si ripete in due o tre e in quattro, come ora, è un segno che non stiamo troppo bene. Ci sono giocatori che si sono aggregati in ritardo alla squadra ma non è una scusa. Non stiamo giocando bene. Dominiamo, ma non traduciamo la superiorità in gol”.

CATTIVERIA – Il male che affligge il Barcellona, secondo il  tecnico, è la mancanza di cattiveria negli ultimi sedici metri. “Ci manca qualcosa nella fase offensiva. La squadra fa i movimenti giusti, si libera bene dal pressing e gioca sempre vicino all’area avversaria, però devi anche riuscire a concretizzare. Non è successo e non è la prima volta: è accaduto anche con il Borussia e prima ancora nella trasferta con l’Osasuna“.

RESPONSABILE – Valverde, comunque ci mette la faccia. La sua è un autocritica serena e severa. “Ritengo di essere il primo colpevole di ciò che accade. Chi scende in campo sono i giocatori, ma è il tecnico a doversi prendere la responsabilità di cosa succede quando si va in campo.  Può capitare di perdere e meritare di vincere, ma contro il Granada non è questo il caso. Ci hanno messo in difficoltà con la loro intensità. Ci hanno saputo sorprendere e poi hanno trovato il raddoppio al momento giusto“.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy