Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Cragno: “Dispiaciuto per l’Europeo ma nessun problema. Donnarumma numero 1 al mondo? Questione di gusti…”

Cragno: “Dispiaciuto per l’Europeo ma nessun problema. Donnarumma numero 1 al mondo? Questione di gusti…”

Il portiere del Cagliari ha smaltito l'amarezza per la mancata convocazione e guarda al futuro.

Redazione Il Posticipo

Alessio Cragno fra delusione e voglia di riscatto. Il portiere del Cagliari non è riuscito a laurearsi campione d'Europa non vincendo la concorrenza di Sirigue e Meret. Nessun rancore, ma tanta voglia di rivincita. L'estremo difensore, ormai uno dei senatori dello spogliatoio, ha parlato in conferenza stampa.

DELUSO - Comprensibile l'amarezza dopo l'Europeo. "C'è ovviamente un po' di dispiacere ma eravamo in quattro per tre posti e il mister doveva scegliere. Nessun problema, anche se è toccato a me. Ho ricevuto la notizia dal preparatore dei portieri. Quello che ci siamo detti resterà fra noi". In ogni caso, il titolare è Donnarumma. "Il migliore al mondo? Questione di gusti. Se non è il primo sicuramente è tra i primi tre. In questo Europeo ha compiuto un salto di qualità dal punto di vista mentale. Si è rivelato decisivo in ogni situazione in cui poteva esserlo. Personalmente mi piacciono molto anche Oblak e Livakovic, ma Gigio è fra questi".

CAGLIARI - Il presente e il futuro sono a Cagliari. "Non ho ricevuto alcuna offerta. Se fosse arrivata ne avremmo parlato con la società. Sono contentissimo di essere rimasto qui. In ogni caso il mercato non è un argomento che mi riguarda. Posso solo dire che dobbiamo migliorare rispetto alla scorsa stagione. E l'unico modo è cercare  di indirizzarsi immediatamente verso il meglio. E occorre farlo sin dalle prime giornate".

 CROTONE, ITALY - FEBRUARY 28: Head coach of Cagliari Leonardo Semplici looks on during the Serie A match between FC Crotone and Cagliari Calcio at Stadio Comunale Ezio Scida on February 28, 2021 in Crotone, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

PROSPETTIVE - Il Cagliari si è salvato a 180' dalla fine del campionato ma la rosa non è da zona retrocessione. La media punti con Semplici lo dimostra. Ci sono i presupposti per una stagione perlomeno serena. "Mi piacerebbe che la squadra completasse il salto di qualità. Questa stagione ci vogliamo togliere tante soddisfazioni. L'idea è di andare a giocarsela su ogni campo, con la stessa mentalità dello scorso finale di campionato. Quanto accaduto lo scorso anno ha cementato il gruppo. Lottare per la salvezza ci ha unito e reso tutti più amici. Abbiam ritrovato compattezza. Lo spogliatoio è forte e soprattutto più sano e ciò ci permetterà di crescere e migliorare".