Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

CR(80)7 divide: secondo Conte è decisivo, per Rangnick è merito della squadra

MANCHESTER, ENGLAND - FEBRUARY 04: Manchester United manager Ralf Rangnick and Cristiano Ronaldo leave the pitch after losing the penalty shoot out during the Emirates FA Cup Fourth Round match between Manchester United and Middlesbrough at Old Trafford on February 04, 2022 in Manchester, England. (Photo by Alex Livesey/Getty Images)

Effetto Ronaldo sul match fra Manchester United e Tottenham.

Redazione Il Posticipo

Il Manchester United ottiene  la 400esima vittoria all'Old Trafford. I Red Devils entrano così nella storia della Premier League, diventando la prima squadra a raggiungere questo traguardo nella competizione. Il record non poteva che essere ottenuto con il Tottenham, considerando che 23 di queste vittorie sono state contro il Tottenham, la squadra più battuta in campionato.  Molto, se non tutto, è dipeso dalla verve di Cristiano Ronaldo che tornando a segnare una tripletta dopo 14 anni e 59 giorni, si è spinto a quota 807. Quanto basta per superare Josef Bican (805) e diventare il miglior goleador di sempre. Sulla vicenda, tuttavia, ci sono alcuni aspetti da approfondire:

CONTE -  Effetto Ronaldo sul match. Conte, come riportato dalla BBC, non lo nasconde. "Non è difficile spiegare questa sconfitta. La squadra ha giocato un ottimo calcio e avrebbe meritato qualcosa in più sul piano del risultato. In ogni partita stiamo realizzando tantissimi gol ma continuiamo a subirne un po' troppi, specialmente su calci piazzati.  Penso non meritassimo di perdere, ma allo stesso tempo dobbiamo capire come migliorare. Ci serve più esperienza in determinate situazioni, soprattutto nell'imparare a leggere i momenti. Una partita ha tante sfaccettature da interpretare.  E a volte bisogna capire quando spingere e alzare l'intensità e quando essere calmi e non avere fretta. Del resto l'esperienza non si compra al mercato. Abbiamo molti giovani e spero che dopo questa partita abbiano la possibilità di imparare.  Per quanto riguarda Ronaldo, stiamo parlando di un calciatore che ancora una volta ha dimostrato di essere un top player. Non serviva aspettare stasera per scoprirlo, quando giochi contro questi tipo di giocatori, spesso sono decisivi. Di certo, senza CR7 lo United non avrebbe passato una bella serata. Anzi sono convinto che lo United non sarebbe riuscito a cogliere neanche un pari".

RANGNICK - Non la pensa esattamente così Rangnick. Il tecnico tedesco riconosce la grande prestazione del portoghese, ma con una precisazione: "Oggi è stata la migliore prestazione di Ronaldo allo United, o perlomeno da quando sono arrivato. Ha giocato dall'inizio  perché l'ho visto molto bene in allenamento. La sua prestazione è stata fantastica, ma è stata possibile solo grazie all'apporto di tutta la squadra. Non contano solo i suoi gol ma anche quello che hanno fatto i suoi compagni quando sono stati in possesso di palla".