Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

CR7 risponde a France Football: “Ferré ha mentito, usa il mio nome, io voglio vincere per me e il mio paese”

CR7 risponde a France Football: “Ferré ha mentito, usa il mio nome, io voglio vincere per me e il mio paese” - immagine 1

L'attaccante dello United con un lungo post su Instagram non le manda a dire...

Redazione Il Posticipo

France Football ha innervosito, e non poco Cristiano Ronaldo. Il fuoriclasse portoghese, attraverso un post pubblicato sul proprio profilo Instagram, ha voluto fornire la propria versione dei fatti riguardo la tesi avanzata da Pascal Ferré, capo redattore di France Football, che aveva rivelato come l'obiettivo principale della carriera di Cristiano Rondalo fosse quella di superare Leo Messi per numero di Palloni d'Oro vinti. In una sera in cui l'argentino rischia di diventare irraggiungibile, l'attaccante del Manchester United ha detto la sua.

ACCUSA - Ronaldo specifica la sua posizione. "Pascal Ferré ha mentito, ha usato il mio nome per promuovere se stesso e il giornale per cui lavora. È inaccettabile che il responsabile dell'assegnazione di un premio così prestigioso possa mentire in questo modo, in assoluta mancanza di rispetto per chi ha sempre rispettato France Football e il Pallone d'Oro. E ha mentito ancora oggi, giustificando la mia assenza dal Gala con una presunta quarantena che non ha ragione di esistere. Voglio sempre fare i complimenti a chi vince, all'interno della sportività e del fair play che hanno caratterizzato la mia carriera sin dall'inizio, e lo faccio perché non sono mai contro nessuno. Vinco sempre per me stesso e per i club che rappresento, vinco per me stesso e per chi mi vuole bene. Non vinco contro nessuno".

AMBIZIONE - Il portoghese ha quindi precisato quali siano le sue reali ambizioni. E Messi, in questo contesto, non è preso in considerazione. "La più grande ambizione della mia carriera è vincere titoli nazionali e internazionali per i club che rappresento e per la nazionale del mio paese. La più grande ambizione della mia carriera è quella di essere un buon esempio per tutti coloro che sono o vogliono essere calciatori professionisti. La più grande ambizione della mia carriera è lasciare il mio nome scritto a lettere d'oro nella storia del calcio mondiale. Concludo dicendo che il mio focus è già sulla prossima partita del Manchester United e su tutto quello che, insieme ai miei compagni di squadra e ai nostri tifosi, possiamo ancora realizzare in questa stagione. Il resto? Il resto appartiene solo al resto"