Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

CR7, lavoro folle per spezzare il digiuno record: è domenica, ma il portoghese resta cinque ore a Carrington!

MANCHESTER, ENGLAND - FEBRUARY 04: Manchester United manager Ralf Rangnick and Cristiano Ronaldo leave the pitch after losing the penalty shoot out during the Emirates FA Cup Fourth Round match between Manchester United and Middlesbrough at Old Trafford on February 04, 2022 in Manchester, England. (Photo by Alex Livesey/Getty Images)

Di chi è la colpa della crisi del Manchester United? Della società? Della squadra? Dell'allenatore? Di...Cristiano Ronaldo? Il portoghese cerca di rispondere alle critiche nell'unico modo che ha sempre conosciuto: con un lavoro quasi disperato.

Redazione Il Posticipo

Di chi è la colpa della crisi del Manchester United? Della società? Della squadra? Dell'allenatore? Di...Cristiano Ronaldo? Domande che al momento non sembrano avere una risposta univoca, perchè quando una delle possibili ragioni per il momento complicato dei Red Devils sembra da escludere, ecco che succede qualcosa che ripropone il dubbio. Le ultime partite, numeri alla mano, puntano di nuovo il dito sul portoghese. Per lui un digiuno storico, sei partite consecutive, roba che non succedeva da oltre dieci anni, con tanto di gol abbastanza clamoroso sbagliato contro il Southampton. E sui tabloid si comincia a parlare dell'età del cinque volte Pallone d'Oro e della possibilità che gli anni che passano possano sentirsi persino per lui.

CINQUE ORE - E Ronaldo, essendo Ronaldo, che fa? Cerca di rispondere nell'unico modo che ha sempre conosciuto: con un lavoro quasi disperato. A raccontarlo è il Sun, che spiega che nella sessione domenicale che ha seguito il match contro il Southampton (terminato 1-1), il portoghese è rimasto al centro sportivo per ben cinque ore, essendo il primo ad arrivare e l'ultimo ad andarsene. La sua vettura è apparsa a Carrington alle 9:30 di mattina e ha lasciato la zona alle 14:30. Il tutto per preparare al meglio la prossima sfida, quella con il Brighton, che potrebbe permettergli finalmente di mettere fine a un digiuno che, dicono le statistiche, non è assolutamente da lui. E che sta facendo preoccupare non poco i tifosi.

MOMENTACCIO - Quando CR7 è tornato allo United, ha cominciato subito benissimo, andando a segno con regolarità e praticamente trascinando di forza la squadra alla fase a eliminazione diretta di Champions League. Ora però anche il portoghese comincia a sparare a salve, in un momento in cui anche le altre stelle (in particolare Bruno Fernandes) non trovano la via della rete. Per fortuna è arrivato il primo gol a Old Trafford per Sancho, che finalmente rompe il ghiaccio nello stadio di casa. Ma non è esattamente una buona notizia per il portoghese. Prima del suo arrivo, l'inglese era considerato il nuovo campione del club. E se CR7 dovesse continuare a perdere colpi, Sancho sarebbe il futuro e lui, per la prima volta in una carriera clamorosa, semplicemente...il passato...