Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

CR7 fa litigare Solskjaer e Ferdinand: “Ancora una volta, Rio commenta cose di cui non sa nulla…”

MANCHESTER, ENGLAND - SEPTEMBER 11: Cristiano Ronaldo of Manchester United looks on during the Premier League match between Manchester United and Newcastle United at Old Trafford on September 11, 2021 in Manchester, England. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

Quello di allenatore del Manchester United non è mai stato un ruolo semplice, figurarsi ora che c'è da gestire un personaggio "pesante" come Cristiano Ronaldo. E Solskjaer ha discusso con un suo ex compagno di squadra al riguardo...

Redazione Il Posticipo

Quello di allenatore del Manchester United non è mai stato un ruolo semplice, figurarsi ora che c'è da gestire un personaggio "pesante" come Cristiano Ronaldo. E un conto è essere Sir Alex Ferguson, uno che non ha mai avuto problemi a modellare il portoghese e a trasformarlo nel campione che è, un altro è essere Ole Gunnar Solskjaer, che quando CR7 era a Manchester anni fa era addirittura...la sua riserva. Dunque, normale che le interazioni tra i due finiscano sotto il microscopio e soprattutto sotto il mirino delle critiche. Come quelle di Rio Ferdinand, altro che in passato è stato compagno di squadra dei due. A margine della partita contro lo Young Boys, l'ex difensore, riguardando alcune immagini è stato tagliente nei confronti del tecnico.

ALLENATORE IN CAMPO - Cosa ha detto Ferdinand? Beh, che una volta sostituito, Cristiano Ronaldo ha...occupato la panchina, sostituendosi a Solskjaer nella guida della squadra. Non esattamente un qualcosa che un allenatore vorrebbe sentirsi dire, anche se il "sostituto" in questione è un campione e un leader carismatico come CR7. E quindi il norvegese, uno che non si lascia mai sfuggire l'occasione di esprimere la sua opinione, ha risposto per le rime all'ex compagno, come riporta AS: "Ancora una volta, Rio commenta cose di cui non sa nulla. Doveva esserci un cartellino giallo a Martins Pereira per aver colpito Nemanja Matic. Sia Bruno Fernandes che Cristiano sono subito saltati dalla panchina e si sono affiancati a me, ma poi si sono subito seduti entrambi".

PASSIONE - Insomma, nulla di strano e soprattutto nessun tentativo da parte dei due portoghesi di prendersi la scena e la guida della squadra. Nient'altro che una sana reazione a una situazione di gioco che ha fatto arrabbiare tutta la panchina dello United. "Sappiamo che queste cose nell'area tecnica le possono fare solo alcune persone, che siamo io, Carrick, Phelan e McKenna. È stato solo un impulso del momento e non ho problemi con il fatto che i miei calciatori mostrino tutta questa passione e poi tornino al loro posto. Non è che Cristiano stesse guidando la squadra, proprio no". Dunque, mistero risolto. Ma la polemica, considerando il caratterino dei due litiganti, potrebbe non essere certo finita qui...